La Seconda Banca Più Grande D'Europa: Bitcoin è Troppo Volatile Per Noi - IVG.it
Altre news

La Seconda Banca Più Grande D’Europa: Bitcoin è Troppo Volatile Per Noi

soldi, banconote, risparmio, banca

HSBC, la seconda banca più grande in Europa, ha liquidato Bitcoin come una classe di attività, sostenendo che è troppo volatile e manca di trasparenza.

Questa posizione anti-BTC arriva tra alcune delle più grandi banche del mondo, tra cui Goldman Sachs e JPMorgan, che entrano nei fondi Bitcoin.

Perché Bitcoin e’ Volatile Secondo HSBC?

Una delle banche più grandi del mondo ha liquidato Bitcoin come una classe di attività, sostenendo che è troppo volatile. HSBC, che è la seconda banca più grande d’Europa, ha inoltre affermato che il campo delle criptovalute manca della trasparenza richiesta per una classe di attività delle sue dimensioni.

Con sede a Londra, HSBC ha oltre $ 2,5 trilioni di asset in gestione. Si è classificata come la più grande banca in Europa negli ultimi otto anni, perdendo contro il conglomerato francese BNP Paribas all’inizio di quest’anno.

Come ha rivelato il suo dirigente in una recente intervista, HSBC non sta cercando di entrare in Bitcoin. Il CEO della banca Noel Quinn ha detto a Reuters che non lancerà un trading desk né offrirà Bitcoin come investimento ai suoi clienti, nonostante molte altre grandi banche lo abbiano fatto negli ultimi mesi.

Quinn ha dichiarato: Data la volatilità, non ci piace il Bitcoin come asset class, se i nostri clienti vogliono esserci, ovviamente lo sono, ma non lo stiamo promuovendo come asset class all’interno della nostra attività di gestione patrimoniale.

Ha inoltre respinto la speculazione secondo cui HSBC avrebbe cercato di offrire stablecoin.

Questa è stata una strategia che alcune banche hanno utilizzato per evitare la volatilità che devono affrontare le normali criptovalute. JPMorgan, la più grande banca americana, è la più importante in questo campo, lanciando la sua stablecoin, la JPM Coin nell’ottobre dello scorso anno.

Bitcoin, da parte sua, ha visto una delle sue settimane più volatili. Ha perso fino a $ 1 trilione in una settimana, la sua più grande perdita. Questa volatilità rafforza ulteriormente la posizione anti-Bitcoin di HSBC.

Ma per quelli che non si spaventano per questi sbalzi e vogliono iniziare ad investire, lo possono fare attraverso applicazioni come bitqt, per esempio.

CEO di HSBC: Bitcoin è Impossibile Da Valutare

Quinn ha raddoppiato le sue critiche contro Bitcoin, una delle quali è come valutarlo.

Considero Bitcoin più una classe di attività che un veicolo di pagamento, con domande molto difficili su come valutarlo nel bilancio dei clienti perché è così volatile.

Secondo lui, anche la mancanza di trasparenza nel settore è preoccupante. È impossibile dire chi possiede la crittografia e se ci si può fidare per quanto riguarda l’integrità del mercato. Il veterano delle banche stava attingendo a uno degli argomenti più comuni contro Bitcoin: la manipolazione del mercato è diffusa.

Questo è stato presumibilmente uno dei motivi principali per cui la SEC deve ancora approvare un ETF Bitcoin.

Le stablecoin sono state la risposta alla volatilità del mercato. Tuttavia, secondo Quinn, il loro problema risiede negli emittenti.

Quindi si arriva alle stablecoin che hanno un sostegno di riserva dietro di loro per affrontare le preoccupazioni sul valore memorizzato, ma dipende da chi è l’organizzazione sponsor, più la struttura e l’accessibilità della riserva.

Tether, il più grande emittente di stablecoin, è attualmente in una battaglia legale con le autorità americane sulla manipolazione del mercato. Le autorità hanno anche affermato che le stablecoin di Tether non sono completamente supportate dalle riserve in dollari come affermato da anni.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.