Giovedì di Luglio sul Priamar, i commercianti: "Serve un'attrazione in centro, restare aperti non basta" - IVG.it
Mediazione

Giovedì di Luglio sul Priamar, i commercianti: “Serve un’attrazione in centro, restare aperti non basta”

Incontro tra assessori competenti e commercianti per trovare una soluzione

giovedì luglio

Savona. “Attrazioni che possano portare in centro i savonesi, strade chiuse al traffico, suolo pubblico gratuito, apertura di musei e pinacoteca, possibilità di esporre auto e moto d’epoca, allestimenti nelle vie principali e nelle zone pedonali”. Sono queste le richieste che i rappresentati di categoria dei commercianti hanno presentato agli assessori del Comune di Savona durante l’incontro organizzato ieri per provare a trovare un punto di incontro per l’organizzazione delle serate dei “Giovedì di luglio”.

Presenti gli assessori Maurizio Scaramuzza, Maria Zunato e Doriana Rodino rispettivamente con delega alle manifestazioni, alle attività produttive e alla promozione turistica; la polizia municipale; Ascom, Confesercenti e Confcommercio.

La scorsa settimana la minoranza era “insorta” accendendo una polemica sulla decisione di spostare i concerti dal centro città alla fortezza della città della Torretta: “I giovedì di luglio – aveva attaccato Elisa Di Padova (Pd) nascono dalla collaborazione del comune con i commercianti. Per questo la loro anima e la stessa essenza di questa manifestazione è il centro cittadino. Nessun altro luogo”.

Alle parole della consigliera Dem aveva fatto eco Marco Ravera (Rete a sinistra): “La scelta di fare il concerto sul Priamar, al di là del mio amore per i Melancholia, non penso vada nella direzione giusta. Non sarebbe meglio provare ad organizzare più eventi, magari coinvolgendo le periferie sempre più abbandonate?”.

“I concerti non possono essere organizzati anche per quest’anno in piazza Sisto per problemi di sicurezza. Dovremmo transennare completamente l’area che potrebbe accogliere solo 100 persone. Intorno si potrebbero creare assembramenti”. E’ questa la spiegazione che l’assessore Scaramuzza ieri ha dato alle associazioni di categoria che “a malincuore hanno capito la situazione e avanzato alcune proposte”.

Le richieste presentate dai commercianti sono al vaglio degli assessori competenti: “Ogni decisione comporta una variazione sul bilancio – ricorda Scaramuzza, seppur minima, a partire dal piano di sicurezza. Bisogna valutarle”.

“Se il problema è il rispetto della normativa anti Covid non possiamo far altro che adattarci – dice Laura Chiara, presidente Ascom – Confcommercio della delegazione di Savona -. Per il concerto ci rassegniamo. Ma chiediamo di trovare soluzioni artistiche differenti che possano attrarre le persone nelle vie del centro. Solo in questo modo la gente arriva. D’estate l’offerta è ampia e temiamo che i savonesi possano andare altrove”.

“Noi abbiamo buone intenzioni – puntualizza Scaramuzza -, non vogliamo remare contro nessuno. Dobbiamo andare tutti nella stessa direzione”. Un centro città che secondo l’assessore potrebbe comunque diventare vitale: “Al Priamar la capienza massima è di 400 persone, tutte le altre, con le attività aperte, potrebbero girare per le vie del centro. Se i negozi sono aperti, la città risponde”.

Non sono dello stesso avviso i commercianti che hanno la buona volontà di ripartire dopo questo lungo periodo di restrizioni ma vogliono un “aiuto” che possa convincere i savonesi a passare la serata in centro: “Noi siamo ben disposti a tenere aperte le nostre attività ma se viene organizzato qualcosa che porti il pubblico. Non è sufficiente essere aperti. Stiamo trattando con il Comune e speriamo di raggiungere una soluzione. Noi siamo fiduciosi: gli assessori sono disponibili ad ascoltarci e a venirci incontro. Confidiamo in questo”.

leggi anche
giovedì luglio
Polemica
Savona porta i Giovedì di Luglio sul Priamar, furia minoranza: “Così si snatura l’evento, dobbiamo aiutare i commercianti”
giovedì luglio
Soluzione
Giovedì di luglio, il Comune accoglie in parte le richieste dei commercianti: suolo pubblico gratis e vie chiuse al traffico

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.