Funivie Spa, Bozzano: "Necessario sollecitare il Mims per procedere alla nomina del commissario" - IVG.it
Presentato odg

Funivie Spa, Bozzano: “Necessario sollecitare il Mims per procedere alla nomina del commissario”

"Solo così si provvede al ripristino della funzionalità impiantistica con i denari già stanziati dal Decreto Cura Italia"

Funivie Savona

Liguria. Il consigliere regionale Alessandro Bozzano ha presentato oggi un ordine del giorno in Regione per agevolare la ripresa di Funivie Spa, l’azienda savonese che occupa 75 dipendenti e che è inserita in un indotto che conta ben 650 lavoratori legati alla movimentazione del fossile.

“Ho depositato un odg per la discussione in consiglio regionale, sottoscritto da tutto il gruppo di Cambiamo!, con il quale si chiede al presidente Giovanni Toti e alla Giunta di sollecitare il Mims (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile), proprietario dell’intero compendio, per procedere in tempi brevi alla nomina del Commissario di Funivie e quindi provvedere al ripristino della funzionalità impiantistica, con i denari già stanziati dal Decreto Cura Italia. Si chiede anche di procedere con la proroga della cassa integrazione ai lavoratori, fino alla data della rimessa in pristino degli impianti” dichiara il consigliere.

“Le Funivie di Savona, costruite a inizio secolo, ancora oggi sono considerate un’opera ingegneristica di primaria importanza per il supporto industriale della zona – spiega Bozzano -. Attualmente l’impianto è fermo, a causa di un franamento risalente al 2019 che ha reso parzialmente inservibile la linea. Lo stoccaggio del carbone e delle rinfuse dirette ad aziende di Cairo Montenotte, in parte destinate alla Italiana Coke (attualmente in procedura straordinaria) e ad altri clienti, viene quindi completata attraverso mezzi pesanti lungo la statale di Cadibona e in parte sulla rete autostradale, con una movimentazione che ammonta a circa 250 camion al giorno”.

“Ciò provoca un grave appesantimento della viabilità della Provincia di Savona, con conseguenti e ipotizzabili ulteriori disagi su una rete già problematica. Questa condizione di fermo dell’impianto di Funivie, inoltre, determina inevitabilmente l’obsolescenza della tecnologia impiegata, unitamente all’aumento del costo del prodotto finito destinato alla commercializzazione, con un arretramento sotto il profilo industriale della Valbormida” conclude il consigliere.

leggi anche
  • Replica
    Funivie Savona, Mai e Brunetto (Lega): “Il PD non ha fatto nulla per il territorio e ora sbaglia pure Ministero”
    Funivie Savona
  • Polemica
    Funivie, il consigliere Arboscello punge la Lega: “Solo propaganda, nessuna azione dell’assessore Benveduti”
    Funivie Savona
  • Grido d'allarme
    Savona, Funivie incubo per un’azienda agricola: “Allagati a causa dei lavori di ripristino, e ora ci espropriano”
    Situazione terreni azienda agricola Savona
  • Senza distinzioni
    Funivie, Arboscello (Pd): “Forze politiche regionali lavorino insieme per la tutela dei lavoratori e dell’impianto”
    Funivie

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.