Da Verdi a Puccini, l'ultimo concerto della stagione per l'associazione Rossini - IVG.it
"musica, maestro!"

Da Verdi a Puccini, l’ultimo concerto della stagione per l’associazione Rossinievento

Si esibiranno a Savona i soprani Mika Yatsugi e Ajeong Kim, accompagnate al pianoforte dal maestro Giuseppe Giusta

Giuseppe Giusta pianista Mika Yatsugi e Kim Ajeong soprani
Da sinistra: il maestro Giusta, Mika Yatsugi e Ajeong Kim

Savona. Martedì 22 giugno ore 17 (replica ore 19.30) nella Sala Stella Maris di Savona, concerto straordinario conclusivo della stagione 2020/2021 dell’Associazione Rossini.

Si esibiranno il soprano giapponese Mika Yatsugi, già nota al pubblico savonese per aver cantato come solista nel Requiem di Mozart, prodotto dal Conservatorio Ghedini di Cuneo ed eseguito nella Chiesa di S. Andrea, e il soprano coreano Ajeong Kim, premiata al concorso T.O.S.C.A. di Andora, e successivamente invitata a partecipare al recital Opera by the Sea nell’estate 2020.

Saranno accompagnate al pianoforte dal M° Giuseppe Giusta, docente del Conservatorio Ghedini di Cuneo, e molto stimato dal pubblico savonese e dai soci della Rossini, per essere stato tra i principali protagonisti, negli anni 2009 e 2010, dei concerti organizzati per ricordare la figura del compositore savonese Giuseppe Manzino.

Si esibiranno in celebri arie di opere italiane (I Capuleti e i Montecchi, La Traviata, La Wally, Madama Butterfly, Turandot e Gianni Schicchi) con una breve escursione nel mondo fiabesco-sentimentale dell’Inno alla luna della Rusalka di Dvoràk.

PROGRAMMA

Mika Yatsugi, soprano – Giuseppe Giusta, pianoforte
Puccini, Tu che di gel sei cinta (Turandot)
Catalani, Ebben…?  Ne andrò lontana (La Wally)
Puccini, Un bel dì vedremo  (Madama Butterfly)
Dvořàk, Měsíčku na nebi hlubokém (Inno alla luna -Rusalka)
Puccini, O mio babbino caro (Gianni Schicchi)

Ajeong Kim, soprano – Giuseppe Giusta, pianoforte
G.Verdi,  È strano… Sempre libera  (La traviata)
Bellini,  Eccomi in lieta vesta… Oh! Quante volte… (I Capuleti e i Montecchi)
Verdi, Adio del passato (La traviata)

Mika Yatsugi, soprano

Si è laureata al Kunitachi College of Music di Tokyo, successivamente si è perfezionata presso il Nikikai Opera Institute conseguendo il Master in Opera Lirica. Nel 2006 ha vinto il primo premio al concorso musicale della città di Yamaguchi e nel 2010 è stata invitata a cantare al prestigioso festival d’arte di Houfu. Nel 2015 e nel 2017 ha svolto a Yamaguchi in collaborazione con la famosa organista nipponica Megumi Teraoka numerosi recital intitolati Pipe Organ Meditation. Nel 2017 ha debuttato presso il teatro Hoku Topia di Tokyo nel ruolo di   Sélysette (Ariane et Barbe-bleue di Paul Dukas) e nel 2019, al suo arrivo in Italia, ha cantato come solista nel Requiem di Mozart prodotto dal Conservatorio Ghedini di Cuneo in diverse città: Alba, Savona, Cuneo e nella Sacra di San Michele (Torino), dove è stata effettuata una videoregistrazione per la televisione italiana. Con il pianista Filippo Lerda ha effettuato concerti in Italia e nell’ottobre 2020 ha svolto una tournée di successo in Giappone con quattro concerti a Tokyo,Yamaguchi e Mine. Si è da poco laureata con il massimo dei voti presso il conservatorio di Cuneo, sotto la guida della Maestra Giovanna De Liso.

Ajeong Kim, soprano

Nata a Seoul inizia a cantare fin da piccola nel coro di voci bianche della chiesa cattolica. Nel 2012 vince numerosi concorsi nazionali nel suo paese, tra cui il primo premio al Concorso nazionale di educazione classica. Si è diplomata in canto lirico presso l’università Chung-ang di Seoul. Durante gli anni del conservatorio ha partecipato come solista ai concerti organizzati dall’università e con l’Orchestra Filarmonica di Incheon Jung-gu. Premiata al concorso T.O.S.C.A. è stata invitata a partecipare al recital Opera by the Sea nell’estate 2020 ad Andora. Sta studiando al Conservatorio Ghedini di Cuneo dove sta terminando gli studi per il conseguimento della laurea magistrale in canto lirico con la prof.ssa Giovanna de Liso.

Giuseppe Giusta, pianoforte

Da circa 40 anni lavora con la classe di canto lirico del Conservatorio di Cuneo ed ha collaborato con tutti i professori di canto che in questa istituzione si sono susseguiti: Luisella Ciaffi, Silvana Moyso, Carlo de Bortoli, Giovanna de Liso. Ha collaborato anche con altri  prestigiosi cantanti lirici come Enzo Sordello, Norma Fantini e Monica Tarone; con queste ultime come studentesse prima ancora che come famose soliste. Ha suonato in tutto il mondo in oltre 500 concerti come pianista solista, in varie formazioni di musica da camera (la più nota è il Quartetto Pianistico Italiano), direttore d’orchestra e pianista collaboratore. Tra le sedi più prestigiose ha suonato al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca e al Metropolitan Museum di New York; tra le sedi più curiose, col Quatetto Pianistico, al cosmodromo russo di Bajkonur nello spettacolo allestito tra i vettori spaziali Soyuz pronti per il lancio per il trentennale del volo di Gagarin e trasmesso dalla televisione sovietica per un publico stimato in 200 milioni di telespettatori.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.