Covid, negli hub della Liguria saranno vaccinati anche 10mila marittimi stranieri - IVG.it
Lavoratori

Covid, negli hub della Liguria saranno vaccinati anche 10mila marittimi stranieri

Toti ne ha parlato col commissario Figliuolo: "Sarebbe improbabile chiedere loro di tornare in patria per vaccinarsi"

Le Crociere Costa tornano a Genova: parte Costa Diadema

Liguria.In Liguria nei prossimi giorni saranno vaccinati anche i marittimi stranieri che lavorano sulle navi che frequentano i porti della regione: una platea di quasi 10mila persone, come ha spiegato questa sera il presidente Giovanni Toti in conferenza stampa.

“Abbiamo cominciato a ragionare anche della vaccinazione dei marittimi – ha detto riferendosi al colloquio di stamattina col commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo -. Parlo non dei cittadini italiani che si stanno vaccinando secondo i protocolli aziendali e in base all’età, ma del personale straniero imbarcato sulle navi da crociera italiane e alcune tipologie di traghetti”.

“L’idea della struttura commissariale e della sanità regionale è quella di farsi carico della vaccinazione, perché sarebbe improbabile chiedere a cittadini dello Sri Lanka, del Bangladesh o delle Filippine di tornare in patria. Domani ci sarà una sessione di lavoro della struttura commissariale, poi alcune filiere dell’hub genovese e di quello savonese potrebbero essere dedicate a tutto questo. Si tratta di numeri relativi, perché per quanto riguarda le navi con home port nella nostra regione siamo sotto le 10mila persone, cioè quasi metà giornata di vaccinazione. Non sono numeri che ci spaventano”.

Nel frattempo prosegue il dialogo con le Regioni e con la struttura commissariale per il nodo della vaccinazione dei turisti. Con Figliuolo, ha detto Toti, “abbiamo convenuto che è un’onda in un bicchier d’acqua perché in realtà, con la velocità a cui prosegue la campagna vaccinale in queste settimane, quando arriveremo al grande delle ferie, cioè tra la metà di luglio e la prima settimana di settimana di settembre, la maggior parte degli italiani avrà già ricevuto la prima dose di vaccino“.

Nonostante questo “le Regioni dovranno mandare un testo alla struttura commissariale, ne abbiamo parlato con il presidente Fedriga e abbiamo convenuto che ci muoveremo secondo buonsenso, ovvero chi sta per un periodo sufficientemente lungo, una seconda casa, i bambini al mare: ne discuteremo, credo sia nell’arco di alcune settimane, non certo di alcuni giorni”, ha concluso Toti.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.