Covid, la prossima settimana via alle vaccinazioni sul lavoro: nessuna azienda savonese ha aderito - IVG.it
"no, grazie"

Covid, la prossima settimana via alle vaccinazioni sul lavoro: nessuna azienda savonese ha aderito

Potevano presentare domanda solo le imprese con più di 250 dipendenti

Generica

Liguria. Dalla prossima settimana le aziende con più di 250 dipendenti potranno iniziare a vaccinare contro il Covid il proprio personale. Ma tra le domande presentate e le 17 imprese liguri aderenti, nessuna è del savonese.

A individuarle è una delibera pubblicata questa mattina sul sito di Alisa come esito della prima manifestazione di interesse. Delle 24 aziende che avevano presentato la domanda una ha rinunciato (si tratta di Piaggio Aero) e le altre 6 non sono state ammesse in quanto pervenute oltre il termine o per carenze amministrative.

Sul territorio di Genova e dintorni (Asl 3) sono state ammesse 10 aziende: Iplom, agenzia marittima Le Navi, Tim, Fincantieri (sede di Sestri Ponente), Autostrade, Amiu, Pavimental, Cociv, Amazon e Leonardo (sede di Genova).

Le altre 7 aziende hanno sede nel Tigullio e nello Spezzino (Asl 4 e Asl 5): Termomeccanica, Sanlorenzo, Fincantieri (sedi di Riva Trigoso e Muggiano), La Spezia Container Terminal, Quayside Service e Leonardo (sede della Spezia). Per il primo lotto, quello relativo ad Asl 1 e Asl 2 (cioè Imperiese e Savonese) non sono pervenute domande.

A rimanere escluse sono invece Ansaldo Energia, Axpo, Enel, Gruppo FS, Paul Wurth e Unisalute.

In questa prima tornata saranno messe a disposizione 4.772 dosi (incluse le 1.352 dosi inizialmente previste per il Ponente), 2.892 per l’area di Genova e le restanti 1.880 per il Levante. Ecco come saranno distribuite azienda per azienda.

Iplom: 150 dosi
Agenzia marittima Le Navi: 150 dosi
Tim: 150 dosi
Fincantieri (Sestri Ponente): 500 dosi
Autostrade: 324 dosi
Amiu: 150 dosi
Pavimental: 300 dosi
Cociv: 582 dosi
Amazon: 336 dosi
Leonardo: 250 dosi
Termomeccanica: 200 dosi
Sanlorenzo: 500 dosi
Fincantieri (Riva Trigoso): 240 dosi
Fincantieri (Muggiano): 240 dosi
La Spezia Container Terminal: 150 dosi
Quayside Service: 200 dosi
Leonardo (La Spezia): 350 dosi

Le aziende dovevano rispettare una serie di requisiti indicati dal ministero della Salute e dovranno essere in grado di iniziare le vaccinazioni il 10 giugno. Le dosi del primo lotto sono state redistribuite in base all’ordine cronologico di inizio dell’attività vaccinale dichiarata o, come secondo criterio, in base all’ordine di arrivo della domanda di partecipazione. In caso di aumento delle dosi disponibili, Alisa potrà procedere allo scorrimento della graduatoria che sarà aggiornata ogni 15 giorni sul sito. Nelle prossime settimane dovrebbero essere pubblicate altre manifestazioni di interesse.

I vaccini saranno forniti tutti dalle Asl di competenza, che si occuperà anche della formazione sul campo presso gli ambulatori vaccinali, mentre ogni azienda deve pensare a trovare i locali e il personale, eventualmente anche in convenzione con la sanità privata.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.