Covid: due nuovi ospedalizzati in Liguria, uno nel savonese - IVG.it
Bollettino sanitario

Covid: due nuovi ospedalizzati in Liguria, uno nel savonese

Sul fronte della vaccinazioni nuovo record: somministrate in una sola giornata 20.402 dosi

terapia intensiva coronavirus covid gaslini

Liguria. Sono 16 i nuovi positivi al coronavirus in Liguria su 2.682 tamponi molecolari e 2.109 test antigenici rapidi effettuati. È quanto emerge dal bollettino inviato dalla Regione. Tornano a salire lievemente gli ospedalizzati (2 in più rispetto a ieri) e si registra un solo decesso, un 73enne al San Martino.

In tutta la regione sono 43 i ricoverati, di cui 8 in terapia intensiva. A Genova sono 10 al San Martino e 9 al Galliera. In isolamento domiciliare 243 persone (4 in meno), in sorveglianza attiva 641 persone.

Per quanto riguarda i nuovi contagi, a Genova sono 7, seguono La Spezia (6), Savona (2) e Imperia (1). Il bilancio delle vittime sale a 4.344.

Nelle ultime 24 ore sono stati somministrati 15.435 vaccini. Somministrato il 92% delle dosi consegnate, cioè 1.194.865 su 1.304.701. Hanno completato il ciclo 384.880 persone con Pfizer o Moderna e 28.484 con AstraZeneca o Johnson & Johnson.

IN PROVINCIA DI SAVONA – I residenti positivi in provincia di Savona sono in tutto 235 (4 in meno di ieri). Le persone ricoverate in ospedale sono in tutto 14, una più di ieri. Non ci sono persone ricoverate in terapia intensiva. I soggetti in sorveglianza attiva sono in tutto 87 (1 in meno di ieri). Dal 27 dicembre 2020 ad oggi in Asl2 sono state somministrate 167.949 dosi di vaccini Pfizer e Moderna, delle quali 2.203 nelle ultime 24 ore. Le persone a cui è già stata somministrata la seconda dose sono 68.113. Per quanto riguarda il vaccino Astrazeneca e Johnson & Johnson, invece, dal 27 dicembre 2020 ad oggi sono state somministrate 36.338 dosi. Nelle ultime 24 ore sono state somministrate altre 246 dosi. Hanno ricevuto la seconda dose 6.728 persone.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.