Consigli per arredare casa senza spendere un patrimonio  - IVG.it
Altre news

Consigli per arredare casa senza spendere un patrimonio 

salotto orologio

Arredare la casa in cui si vive in base al proprio gusto personale e nella maniera più aderente possibile alle proprie esigenze, possibilmente senza spendere troppo, è un’impresa semplice tutt’altro che semplice. Per fortuna esistono negozi come Mondo Convenienza che permettono di trovare tutte le nuove tendenze su mobili e accessori, ad un prezzo sempre vantaggioso. Ma prima di procedere con l’acquisto è sempre meglio mettere a punto una strategia in grado di evitare di spendere soldi inutilmente, tenendo presenti solo le vere necessità.
Ecco alcuni consigli utili per riuscirci. 

Primo passo: il nostro concetto di arredamento

Quando ci si reca a visionare una casa prima di prenderla in affitto o dell’acquisto, è importante provare a immaginare il nuovo spazio abitativo arredato secondo il proprio gusto e la propria visione. Meglio iniziare dagli ambienti più vissuti, come la cucina, il soggiorno e la camera da letto, per poi passare ai piccoli angoli, che poi sono anche quelli che permettono un grado di personalizzazione maggiore.
Se ad esempio sognate un armadio a muro enorme e nella futura stanza da letto non esistono pareti grandi per poterlo sistemare, dovrete trovare un’alternativa e mettere in moto la vostra creatività per soluzioni nuove ma comunque appaganti.

 

Priorità a quello che serve veramente

Una volta fissato un budget da spendere per l’intero arredamento o per quelle integrazioni, nel caso in cui la casa sia semi-arredata, bisognerà ovviamente fare delle scelte. In caso di risorse limitare il modus operandi è quasi obbligato e prevede di dare priorità a quello a cui non si può fare a meno,  lasciando per ultime quelle cose che magari ci piacciono tanto, e che magari darebbero quel tocco in più alla casa, ma di cui, almeno per i primi mesi, di può fare tranquillamente a meno.

 

Arredare un ambiente in maniera strategica

Questo punto di ricollega direttamente a quello precedente. Privilegiare l’acquisto di complementi d’arredamento fondamentali, dà la possibilità di avere in mente uno schema di base utile per procedere strategicamente e ottimizzare gli spazi senza perdere la bussola con tentazioni che rischierebbero di avere effetti deleteri sulla funzionalità dei vari ambienti domestici. Una volta terminato il budget, sarà necessario ripartire proprio dalla lista di cose importanti, scegliendo in base alle proprie necessità.

 

Qualità contro quantità

Il classico dilemma che si deve affrontare quando i soldi non bastano e bisogna fare delle scelte, talvolta dolorose. In linea di massima, bisogna sempre tenere a mente che acquistare dei mobili per il proprio arredamento, proprio perché comporta un esborso non indifferente, dovrebbe essere orientato alla maggior durata nel tempo, in modo da non doverci ritornare nel breve periodo. Certo, i gusti cambiano ed è legittimo mettere in preventivo delle modifiche, ma tendenzialmente, quando si acquista una cucina, questa deve essere di qualità e deve essere in grado di sopportare un utilizzo continuo. Stesso discorso per la stanza da letto o per gli altri ambienti più frequentati durante la giornata. 

Consigli per risparmiare in sede d’acquisto

Abbiamo la grande fortuna di avere dalla nostra parte internet e tutte le sue risorse, e questo ci permette di avere un quadro preciso sui prezzi e sulle tendenze nel mondo dell’arredamento. Alcune catene importanti garantiscono delle promozioni sempre nuove in maniera periodica e per questo è importante spendere un po’ del proprio tempo per controllare siti ed eventuali volantini. Inoltre, ci sono dei periodi durante l’anno, solitamente lontani dalle feste più importanti e in concomitanza col lancio delle nuove collezioni, in cui i prezzi tendono a calare e in cui quindi è molto semplice fare degli ottimi affari.

Un altro modo per trovare arredi a poco prezzo è quello di rivolgersi ai marketplace, sia fisici che virtuali, in cui i venditori privati mettono in vendita le cose di cui si vogliono liberare. Acquistare oggetti di seconda mano permette di risparmiare tanti soldi ma necessita di un livello d’attenzione più elevato e ovviamente di una capacità di adattamento superiori. Non sempre la merce esposta è di buona qualità, soprattutto in quei casi in cui il proprietario vuole liberarsi degli ingombri per fare spazio in cantina. Capita spesso però che lo stesso debba far fronte a delle necessità impellenti e che quindi debba liberarsi di alcuni oggetti nel minor tempo possibile, e sono queste le situazioni da sfruttare al massimo.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.