Dopo AstraZeneca stop anche per Johnson&Johnson, Asl2: "L'open day di domenica al Palacrociere solo con Moderna" - IVG.it
La decisione

Dopo AstraZeneca stop anche per Johnson&Johnson, Asl2: “L’open day di domenica al Palacrociere solo con Moderna”

La comunicazione ufficiale è arrivata oggi, stop anche per il monodose Johnson&Johnson

Generica

Savona. “A seguito delle ultime disposizioni del Comitato Tecnico Scientifico e di concerto con Alisa, ASL2 informa che l’open day al Palacrociere di Savona di domenica 13 giugno si svolgerà interamente con vaccino mRna Moderna“.

La comunicazione ufficiale di Asl 2 è arrivata pochi minuti fa. Una decisione che appare inevitabile alla luce della decisione presa ieri dal Cts dopo il tragico caso di Camilla Canepa (la 18enne genovese morta per trombosi cerebrale) e la sospensione del lotto di AstraZeneca incriminato, ABX1596.

Domani dunque le persone che hanno aderito al secondo “open day” promosso dalla Regione Liguria, in programma al Palacrociere e dedicato proprio alle adesioni volontarie ai vaccini “cold”, non verranno più vaccinate con il farmaco di Oxford ma nemmeno con Johnson&Johnson (anch’esso basato su vettore virale). Tutti verranno invece vaccinati con Moderna, un vaccino “freezer” a mRna come il più usato Pfizer. “Rimangono invariate data e ora delle prenotazioni” precisa Asl 2.

L’annuncio era in qualche modo già previsto: ieri pomeriggio infatti il presidente della Regione, Giovanni Toti, aveva anticipato che “coloro che si sono prenotati nella linea di vaccinazione volontaria manterranno il loro primo appuntamento e verranno vaccinati con un vaccino a mRna, ovvero Pfizer e Moderna. Si tratta di circa 2.400 persone attualmente prenotate”.

E infatti, pochi minuti dopo l’annuncio di Asl 2, è arrivata una nota della Regione che ha chiarito la situazione: lo stop in Liguria alla somministrazione del vaccino Johnson&Johnson agli under 60 riguarda tutta la Liguria. “Alisa, recepito il verbale del CTS di venerdì 11 giugno, ha immediatamente inviato a tutte le Aziende sociosanitarie e ospedali della Liguria l’indicazione per l’impiego del vaccino Johnson esclusivamente nei soggetti di età superiore a 60 anni. Tutte le persone under 60 che avevano in programma la somministrazione del vaccino Johnson, manterranno l’appuntamento ma saranno vaccinate con un prodotto mRNA”.

A questo punto andranno ovviamente forniti dettagli sulla data della seconda dose a tutti coloro che si erano prenotati con Johnson&Johnson (un vaccino monodose per il quale quindi il portale della Regione non aveva assegnato un secondo appuntamento). “Per chi è stato vaccinato nelle liste volontarie sotto i 60 anni – ha spiegato ieri Toti – il Cts ha previsto che la loro vaccinazione avvenga con un vaccino a mRna. Verosimilmente, ma attendiamo su questo un’indicazione, riteniamo che la somministrazione della seconda dose a vettore virale avvenga comunque 12 settimane dopo e non 42 giorni dopo la somministrazione“, ha aggiunto Toti.

“Non cambia invece, e sto citando testualmente le indicazioni del Cts, la campagna vaccinazione per le persone al di sopra dei 60 anni per le quali resta raccomandato il vaccino AstraZeneca. La platea da vaccinare è di pochi casi”, ha concluso Toti.

leggi anche
giovani vaccino
Chiarimenti
Dopo parere del Cts Liguria limita AstraZeneca, Toti: “2.400 persone prenotate saranno vaccinate a mRna”
astrazeneca vaccino covid
Decisioni
Vaccino, si è espresso il Cts: “AstraZeneca solo per chi ha più di 60 anni. Per under 60 seconda dose con Pfizer o Moderna”
pronto soccorso savona, 118
Consigli
Psicosi AstraZeneca, falsi allarmi in pronto soccorso: quali sono i sintomi di una possibile trombosi
Generico giugno 2021
Iniziativa
Morta a 18 anni dopo Astrazeneca, il Codacons chiede di indagare Speranza e Figliuolo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.