Andrea Castellini si candida a sindaco di Stella: "Vogliamo trasformarlo in un paese da vivere e non solo da abitare" - IVG.it
Progetto steja

Andrea Castellini si candida a sindaco di Stella: “Vogliamo trasformarlo in un paese da vivere e non solo da abitare”

Il 28enne si propone a capo di una lista civica: "Vorrei fornire al mio paese una visione nuova, giovane e al tempo stesso con esperienza e capacità"

Andrea Castellini

Stella. “E’ con tanta emozione e responsabilità che quest’oggi ufficializzo la mia candidatura a sindaco del Comune di Stella per le elezioni che si svolgeranno a fine estate”. A farsi avanti è Andrea Castellini, 28 anni, giovane residente di Stella da anni attivo sia nel campo politico che nella società civile: gli esordi da giovanissimo come presidente della Consulta provinciale degli studenti, poi anni di attivismo nel centrodestra (anche nel capoluogo Savona). In paese il suon nome è legato alla ripartenza, nel 2019, de “Il Bosco e le Lanterne” in veste di presidente dell’Associazione Sant’Anna, ma anche alla polemica con le Sardine la scorsa estate per la scritta arcobaleno sul pavimento davanti alla casa di Pertini.

Ora la decisione di scendere in campo come potenziale sindaco: “Questa decisione – spiega – è nata da una lunga e ponderata riflessione, che parte dalla situazione in cui verte la nostra realtà e che si è sviluppata vivendo da vicino il territorio e le sue esigenze, da cittadino come tutti gli altri. Chi mi conosce sa che non mi sono mai tirato indietro davanti a una sfida, per quanto difficile ed impegnativa possa essere. Amo il mio paese e, un domani, vorrei far crescere qui i miei figli così come ci sono cresciuto io“.

Da qui la decisione di lanciare il progetto “Steja“: “Così si chiamerà la nostra lista – rivela – è un progetto totalmente civico, per il quale in questi mesi ho lavorato per formare una squadra che potesse amministrare con esperienza e con grinta il nostro Comune. Oggi posso finalmente dire di esserci riuscito. Mi sono impegnato a far sì che ogni candidato della lista civica rappresenti al meglio, con consapevolezza e passione, una porzione del nostro paese. Per alcuni ciò è reso possibile da una profonda esperienza amministrativa maturata e per altri dalla grande conoscenza del territorio e dal forte spirito di iniziativa”.

“Siamo un paese di tremila anime composto da cinque frazioni – prosegue Castellini – cinque campanili, cinque realtà diverse, ognuna di esse con le sue peculiarità e con le sue esigenze, ognuna di esse con delle necessità e soprattutto con molteplici potenzialità che devono e possono realizzarsi”.

Il programma, nelle sue linee guida di fondo, è già deciso: “La valorizzazione del nostro territorio e delle nostre infrastrutture sarà alla base della ripartenza amministrativa che la mia lista, se otterrà la fiducia dei cittadini, intende realizzare nei futuri cinque anni di mandato. Uno dei nostri obiettivi primari sarà di invertire il trend negativo che ci ha contraddistinto negli ultimi anni, anche a livello demografico: la fuga di tanti nostri compaesani è un dato che deve farci riflettere ed è sintomo di una oggettiva carenza nei servizi al cittadino, partendo da quelli scolastici. I nostri figli sono il nostro futuro, i nostri nonni la nostra storia; due categorie che hanno bisogno di maggiore considerazione e assistenza da parte della cosa pubblica”.

“La nostra principale sfida – avverte – sarà, infatti, quella di trasformare la nostra piccola realtà di entroterra in un paese da Vivere e non solamente un paese in cui abitare. Vivere il nostro bellissimo entroterra: è questo il punto di partenza e prometto di metterci tutte le mie energie e tutta la nostra voglia di fare”.

“Perché vi chiedo di votare per noi? Perché vorrei fornire al mio paese una visione nuova che possa essere giovane e al tempo stesso con esperienza e capacità. Infatti, grazie ai tanti anni di affiancamento alla politica, anche a livello regionale, e grazie a ciò che ho imparato stando ad un passo dalle porte principali delle amministrazioni del territorio savonese, vorrei ora scendere in campo per il paese che più mi sta a cuore, casa mia, casa nostra” conclude.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.