Albenga, il Mef attesta una gestione ottimale dei conti e del bilancio. Tomatis: "Complimenti agli uffici" - IVG.it
Soddisfazione

Albenga, il Mef attesta una gestione ottimale dei conti e del bilancio. Tomatis: “Complimenti agli uffici”

L'assessore Pelosi: "Abbiamo cercato di aiutare i cittadini e le categorie colpite dalla pandemia, ma non abbiamo mai smesso di investire"

comune albenga municipio

Albenga. Una gestione ottimale dei conti e del bilancio. È questo quanto emerge dalla relazione redatta del Mef (Ministero Economia delle Finanze) a seguito di un’ispezione effettuata negli scorsi mesi.

Grande la soddisfazione da parte dell’amministrazione che ha voluto complimentarsi con l’ufficio ragioneria e delle entrate del Comune di Albenga.

“Risultati come questi evidenziano la serietà di un’Amministrazione e il rapporto di reciproca fiducia, stima e collaborazione instaurato con gli uffici e, in particolare con i dirigenti del Comune – afferma il sindaco Riccardo Tomatis – Albenga, nonostante la pandemia, è riuscita a mantenere tutti i suoi servizi senza aumentare le tariffe, ma, anzi, erogando contributi, stabilendo esenzioni e sgravi sulle imposte comunali in particolare nei confronti delle categorie più colpite dall’emergenza Covid.”

“Voglio complimentarmi con il dott. Salvatico e con tutto il personale dell’ufficio ragioneria e delle entrate del Comune di Albenga per il lavoro svolto – aggiunge l’assessore al bilancio Silvia Pelosi –  La corretta gestione dei conti, i comportamenti responsabili, da buon padre di famiglia da parte degli uffici e delle scelte politiche dell’Amministrazione ci hanno portato a gestire nella maniera ottimale il periodo di pandemia durante il quale, non solo abbiamo cercato di aiutare i cittadini e le categorie più colpite dalla stessa, ma abbiamo continuato ad investire in grandi opere e portare avanti le manutenzioni nella nostra città”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.