Alassio, in Consiglio comunale manovra da 800 mila euro per riduzioni sulla Tari - IVG.it
Nuovo sostegno

Alassio, in Consiglio comunale manovra da 800 mila euro per riduzioni sulla Tari

La normativa prevede sostegni sia per le utenze domestiche sia per le non domestiche

rifiuti alassio

Alassio. Una manovra da quasi ottocentomila euro sarà portata all’attenzione della prossima seduta del Consiglio comunale dall’assessore al Bilancio del Comune di Alassio, Patrizia Mordente, che da settimane sta lavorando sul documento programmatico per individuare le risorse necessarie.

“Anche quest’anno – spiega Mordente – come peraltro già annunciato – stante il perdurare dell’emergenza sanitaria che con le limitazioni imposte ha fatto registrare profonde ricadute per categorie e famiglie, l’amministrazione Melgrati Ter ha deciso di perseguire strategie di sostegno alla popolazione, tra queste la modifica al regolamento Tari perché siano contemplati sensibili riduzioni”.

“A differenza dello scorso anno – prosegue Mordente – la normativa nazionale ci ha concesso di poter intervenire sia per le utenze domestiche sia per l non domestiche. Riusciremo quindi a prevedere una riduzione del 28% per le utenze non domestiche ad esclusione degli stabilimenti balneari ai quali viene riservata una riduzione del 5% e delle Banche alla quale non viene riconosciuta alcuna riduzione; e una riduzione del 8% per tutte le utenze domestiche”.

La manovra ammonta ad un totale pari ad € 765.576,00 finanziata per € 302.344,00 da trasferimenti dello Stato a seguito del decreto Sostegni Bis e, per la differenza, pari ad € 463.232,00 con fondi di bilancio da avanzo vincolato del 2020.

Di seguito il testo dell’articolo del regolamento TARI oggetto di variazione:

Art. 17 bis da introdurre – ULTERIORI MISURE CONNESSE ALL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA
1. Per la sola annualità 2021, in considerazione della situazione di grave crisi economica causata dall’epidemia COVID – 19, la Tassa dovuta dalle utenze non domestiche, (con espressa esclusione quindi delle categorie domestiche 1018, 1028,1038 e 2038) è ridotta del 28% , con le sole eccezioni della categoria 1037 (Stabilimenti balneari) alla quale viene riconosciuta una riduzione del 5% e della categoria 1013 (Banche ed istituti di credito) alla quale non viene riconosciuta alcuna riduzione.
2. Per la sola annualità 2021, in considerazione della situazione di grave crisi economica causata dall’epidemia COVID – 19, la Tassa dovuta dalle utenze domestiche, (categorie 1018, 1028,1038 e 2038) è ridotta del 8%.
3. Per l’anno 2021 ed eventuale superiore durata dell’emergenza sanitaria non è dovuta la Tassa relativa all’ aumento di superficie concesso alle occupazioni di suolo pubblico previsto dall’art. 20 del vigente Regolamento Comunale di riqualificazione dei dehors e dall’art. 63 del Regolamento Comunale per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, approvato con deliberazione C.C. n. 17 in data 29/4/21.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.