Agata Gualco neo consigliera Fondazione de Mari. Parola d’ordine per ripartire: “coraggio” - IVG.it
Intervista

Agata Gualco neo consigliera Fondazione de Mari. Parola d’ordine per ripartire: “coraggio”

La giovane imprenditrice è anche presidente di Giovani Industriali di Savona: "Noi vogliamo rimanere qui, crediamo nel territorio"

Celle Ligure. È cellese di adozione la neo eletta consigliera della Fondazione de Mari. Agata Gualco, giovane imprenditrice, ci racconta come intraprende questo nuovo incarico. Nei prossimi cinque anni sarà impegnata in due commissioni della Fondazione: territorio e volontariato.

“Onorata di fare parte del consiglio generale di indirizzo della Fondazione, una realtà molto importante per il territorio. Abbiamo appena iniziato il nostro quinquennio e ne vedremo delle belle”.

Ma Agata è anche presidente dei Giovani Industriali della Provincia di Savona. Si può parlare di ripartenza? Risponde di sì: “Qualche segnale c’è, quest’anno è diverso dal 2020. Sarà lunga, ma vediamo degli importanti segni di ripresa”, afferma la presidente dei giovani imprenditori.

E poi aggiunge: “Noi giovani industriali vogliamo lavorare qui, perché crediamo nel territorio dove esistono  le nostre aziende. Il nostro impegno è di salvaguardare le attività per non andare via da qui. Occorre potenziare però alcune settori, ad esempio i trasporti”.

Ma qual è l’ingrediente per ripartire? Secondo Agata Gualco, la parola d’ordine è “coraggio”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.