Teatro, Corto Maltese per la prima volta al Festival di Borgio Verezzi - IVG.it
55^ edizione

Teatro, Corto Maltese per la prima volta al Festival di Borgio Verezzievento

Lo spettacolo, diretto da Igor Chierici e Luca Cicolella, sarà in prima nazionale il 6 e 7 agosto

Borgio Verezzi. Dopo l’annuncio di Paola Quattrini, Paola Barale e Anna Mazzamauro, il Festival teatrale di Borgio Verezzi stupisce ancora. Per la prima volta sul palco verezzino ci sarà, infatti, il personaggio di un fumetto d’autore: Corto Maltese, creato dalla celebre matita di Hugo Pratt.

Lo spettacolo, diretto da Igor Chierici e Luca Cicolella, sarà in prima nazionale il 6 e 7 agosto e verrà poi replicato il 13 agosto a Cervo, nell’ambito del 58° Festival Internazionale di Musica da Camera. La rassegna, anche quest’anno gemellata con il Festival di Borgio Verezzi, si svolgerà dal 2 luglio al 27 agosto.

L’anticipazione sul programma estivo della 55^ edizione è stata data da Stefano Delfino, direttore artistico del Festival teatrale verezzino, durante la conferenza stampa svoltasi il 4 maggio presso la Fondazione De Mari di Savona, in cui è stato illustrato anche il premio a essa intitolato: il riconoscimento, destinato ogni anno al più promettente giovane talento della precedente edizione del Festival, sarà consegnato in una delle serate in cartellone dal presidente Luciano Pasquale alla vincitrice Alessandra Ferrara, scelta per il 2020.

“La Fondazione De Mari sostiene queste due iniziative – spiega Luciano Pasquale, presidente della Fondazione De Mari – perché sono l’archetipo di come si può coniugare l’arte e la cultura con l’offerta turistica. La pandemia ha chiesto agli organizzatori uno sforzo straordinario ma hanno dimostrato che con passione, professionalità e capacità si riescono a fare le cose nel modo migliore possibile seguendo le regole previste. Ringraziamo il Comune di Borgio Verezzi e gli organizzatori e gli artisti grazie alla loro tenacia”.

“Tutti gli anni si riparte – dice il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino -, tutto viene rimesso in discussione, a partire dagli spettacoli da mettere in calendario e dall’aspetto organizzativo, non basta essere bravi con le maschere e gli attori ma tutto il paese deve saper accogliere e cogliere questo festival. Ogni edizione richiede di saper generare nuove energie e ognuno deve fare la loro parte in maniera ricreativa ma disciplinata, forte ma umile per dare vita a questo spettacolo. Chi lavora in questo settore per un anno ha fatto tanta fatica ma si è preparato, e tutti dobbiamo fare così”. “Questi spettacoli si svolgano in una piazza, in un teatro naturale – aggiunge il vicesindaco Maddalena Pizzonia -. E queste manifestazioni contribuiscono a mettere in luce la bellezza di questi luoghi diventando noti a livello nazionale”.

Ecco cosa ha raccontato Chierici riguardo al suo spettacolo “Corto Maltese e la ballata del mare salato”: “Sarà un connubio fra prosa e musica, eseguita dal vivo e che accompagnerà Corto e il pubblico attraverso i mari, con Rasputin e tutti i gli altri personaggi. I suoni delle marimba e delle percussioni africane muoveranno la narrazione al ritmo tribale delle popolazioni indigene, immergendo la storia nel cuore della vicenda; e i delicati fiati Shakuhachi e le arcate del violoncello accompagneranno le vicende dei protagonisti. L’idea registica è di rappresentare un racconto epico alla stregua di un film d’azione. Corto Maltese rivivrà le sue eroiche avventure senza perdere l’autenticità, con indosso l’immancabile cappello e il cappotto”.

“La possibilità di partecipare a questo festival è un grande stimolo – aggiunge Luca Cicolella -. Il pubblico dei festival è abituato a grandissimi nomi e ha aspettative artistiche altissime. Cerchiamo di essere essenziali senza troppe sovrastrutture e arrivare al cuore del pubblico con la storia e l’aiuto della musica”. “Abbiamo voluto dare importanza alla musica – spiega Chierici -. La musica rappresenta una colonna dello spettacolo che saprà accompagnare il pubblico per tutta la durata: così abbiamo potuto paragonare il fumetto a un’opera teatrale”.

Durante la conferenza stampa è intervenuta anche Alessandra Ferrara, vincitrice del premio Fondazione De Mari e già protagonista di una puntata nella serie televisiva “Don Matteo”, in teatro tra le interpreti di “Liolá” di Pirandello e al cinema nel film “Polvere” di Giulio Base. Ferrara era stata in scena lo scorso anno a Verezzi: “Il festival ha una sua magia e un’armonia che lo rendono unico, complice anche il luogo che è suggestivo”. Aveva recitato con Rocío Muñoz Morales e Paolo Conticini in “Parlami d’amore, Mariù”: lo spettacolo che aveva inaugurato la 54^ edizione del Festival, prodotto da Corte Arcana per la regia di Francesco Bellomo. Questa la motivazione del premio assegnato all’attrice: “Nello spettacolo, la giovane e talentuosa Ferrara ha interpretato con significativo temperamento quattro personaggi, due dei quali antitetici, come Anita la partigiana e Claretta la fascista, portati sulla scena con passione e con dovizia di sfaccettature”.

“Per me è un onore preparare la locandina per il festival – aggiunge l’illustratore Sergio Olivotti  -. Amo questo evento e Verezzi. Il poster in bianco e nero ha un significato ambiguo – spiega l’artista -, ma l’ambiguità non ha necessariamente un’accezione negativa. Anzi, lascia spazio a una pluralità di significati complementari uno con l’altro che dovrebbero aumentare lo spessore. Da una parte, gli omini instabili rappresentano il periodo difficile che stiamo attraversando e, dall’altra, la scalata verso ‘la luna’ insieme esprimoe l’aiuto vicendevole”.

leggi anche
  • Presentazione
    Paola Quattrini, Paola Barale e Anna Mazzamauro: le star della 55^ edizione del Festival Teatrale di Borgio Verezzi
    paola barale - paola quattrini - anna mazzamauro
  • Riconoscimento
    Festival di Borgio Verezzi, Alessandra Ferrara si aggiudica il Premio Fondazione De Mari
    ALESSANDRA FERRARA

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.