Road map

Riaperture, spiagge e piscine pronte a ripartire: lunedì cabina di regia del governo su Rt e nuove scadenze

Per lo spostamento del coprifuoco alle 23 bisognerà attendere il 24 maggio

Generico maggio 2021

Liguria. Sabato 15 maggio è il giorno atteso da tanto tempo dai gestori delle piscine (non tutte, ma alcune) e degli stabilimenti balneari. Impianti natatori all’aperto e spiagge tornano ad aprire i battenti in base alle tempistiche decise dal governo Draghi.

Per quanto riguarda la ripartenza di altri settori, l’eventuale anticipazione dell’allentamento di determinate misure e persino dei criteri di valutazione della condizione di rischio delle regioni, però, bisognerà attendere ancora: lunedì 17 maggio il governo convocherà una nuova cabina di regia per programmare e probabilmente anticipare alcune date già previste dal decreto in vigore dal 26 aprile.

Sempre da lunedì la Liguria, così come tutto il Paese (tranne forse la Valle d’Aosta) resterà in zona gialla. Dall’ultima bozza del monitoraggio Iss-ministero della Salute emerge che l’rt nazionale è in calo (da 0,89 della scorsa settimana all’attuale 0,86) e che l’incidente è di 96 casi su 100 mila abitanti. La bozza inoltre non vede alcuna regione in rischio alto come da tre settimane a questa parte. Potrebbero però essere l’ultima elaborata in questo modo: il Cts sembra infatti indirizzato ad adottare il cosiddetto Rt ospedaliero, un nuovo parametro che piace anche alle Regioni, e che tiene conto più che dei contagi in senso stretto, dell’occupazione dei posti letto covid e delle terapie intensive.

Coprifuoco fino alle 23 dal 24 maggio. Il premier Draghi ha confermato che al momento, oltre quell’orario, non si va nonostante le pressioni soprattutto del centrodestra e delle associazioni di categoria del commercio che avevano chiesto uno spostamento a mezzanotte o addirittura l’abolizione del rientro a casa obbligato. Il coprifuoco scadrà comunque alle 5 di mattina.

Durante la cabina di regia di lunedì l’esecutivo dovrà anche discutere della riapertura dei centri commerciali nel weekend, di quella delle piscine anche al chiuso, della consumazione al bancone del bar, la cena nei ristoranti al chiuso, i banchetti dei matrimoni e la ripartenza dei parchi tematici. Dopodiché tra il 18 e il 21 maggio si riunirà il consiglio dei ministri e sarà messo a punto il nuovo calendario che entrerà in vigore nella settimana successiva. Ciò che accadrà dal 24 maggio sarà basato sul monitoraggio del 21 maggio (con già gli effetti delle riaperture cominciate il 26 aprile) effettuato appunto sulla base dei nuovi parametri che terranno conto dei nuovi contagiati e dell’Rt ospedaliero.

Confermate per ora la road map di altre aperture: il 1 giugno dovrebbero riaprire le palestre e i ristoranti al chiuso (dalle 5 alle 18 con consumo al tavolo). Ancora in forse la consumazione al bancone del bar. Dal 15 giugno via libera ai banchetti per i matrimoni con un protocollo del Cts che viene messo a punto in questi giorni e che è basato sul possesso del green pass.

Il 1 luglio è fissata la riapertura dei parchi tematici, che però hanno chiesto un’anticipazione per non perdere metà della stagione turistica. Ripartono anche fiere e convegni. Non ci sono date fissate per la riapertura delle discoteche e delle sale da gioco.

leggi anche
Generica
Attenzione
Stabilimenti balneari e piscine pronti a ripartire, ma Codacons lancia l’allarme: “Rincari sui listini”
Generica
Spiagge 2021
Bagni marini del savonese: “Aumentano le prenotazioni, ben vengano regole meno restrittive”
Piscina Giuva Baldini - Camogli.
Confronto
Covid, Costa (Noi per l’Italia): “Disponibile a confronto per anticipare l’apertura delle piscine al coperto”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.