Serie A1, la Rari Nantes Savona torna tra le prime quattro in Italia: non accadeva dal 2014 - IVG.it
Ultima giornata

Serie A1, la Rari Nantes Savona torna tra le prime quattro in Italia: non accadeva dal 2014

I biancorossi battono la Rari Nantes Salerno per 11-9 e si assicurano la seconda posizione nel girone. Mercoledì affronteranno la Pro Recco

Carige Rari Nantes Savona Vs Pro Recco

Savona. Domani, alle ore 15,30, si affronteranno Brescia e Ortigia. L’esito dell’incontro non potrà modificare le attuali posizioni di classifica del girone F, pertanto non interesserà la Rari Nantes Savona. Infatti, questa sera, i biancorossi erano chiamati a fare risultato contro il Salerno: vincere, o almeno pareggiare, per chiudere il discorso qualificazione. E sono riusciti a centrare l’obiettivo.

La formazione guidata da Angelini aveva 2 punti di vantaggio sugli aretusei ed un bilancio positivo negli scontri diretti. Pertanto, i savonesi avrebbero fallito l’approdo alle semifinali solamente se si fossero verificati entrambi i risultati loro sfavorevoli: la sconfitta col Salerno e il successo dell’Ortigia. Un doppio evento che appariva decisamente improbabile, ma per avere la tranquillità bisognava riuscire a concretizzare i risultati, anche quelli attesi, e questa sera la Carige Savona lo ha fatto.

La cronaca. A causa dell’arrivo in ritardo della squadra ospite, dovuto al traffico intenso in autostrada tra Genova e Savona, l’inizio dell’incontro è stato posticipato alle ore 20,25.

La prima palla al centro è dei locali; fallo grave di Sanges e alla prima azione la Rari sblocca il risultato con Molina. 1 a 0 a 33″.

Seconda azione biancorossa e seconda rete: la realizza Bruni con una conclusione fulminea che non lascia scampo a Santini. 2 a 0 dopo soli 53″.

Difesa alta e aggressiva, i padroni di casa non concedono tiri agli avversari. Arriva la prima inferiorità numerica, ma le parate di Massaro tengono inviolata la porta savonese.

Campopiano va nel pozzetto ed è ancora Massaro a bloccare una conclusione peraltro non irresistibile. Più concreta la Rari che sigla il 3 a 0 con Iocchi Gratta a 6’36”.

Il Salerno si sblocca con Esposito che realizza il 3-1 a 6’48”.

Secondo tempo; il primo possesso è degli ospiti, ma la difesa della Rari fa ancora suo il pallone. Fallo grave di Parrilli e Rizzo finalizza in rete. 4 a 1 dopo 1′ di gioco.

Elez con un gol dal centro riporta i campani sul meno 2. Superiorità numerica per la Rari, ma il tiro da posizione tre di Rizzo è parato.

La Rari Nantes Salerno fa vedere di non essere in Liguria per fare da comparsa, ma di voler chiudere al meglio la sua stagione. A 4’03” Luongo segna il 4 a 3.

Immediata la reazione biancorossa: superiorità, giro palla e Patchaliev va a bersaglio per il 5-3 a 4’35”.

Le difese e i portieri si distinguono in positivo da ambo le parti e il risultato non muta più. A metà gara Savona conduce con 2 reti di vantaggio.

Anche nel terzo tempo si gioca a buon ritmo, con rapidi capovolgimenti di fronte. Parrilli da posizione due trova lo spiraglio per la conclusione vincente. 5 a 4 a 2’46”.

La Rari risponde subito con Bruni che riceve al centro, si libera dell’avversario e scaglia la palla in rete per il 6-4 a 3’11”.

La squadra ospite resta in scia: a segno ancora Parrilli a 3’35” per il 6-5.

L’elastico tra più 1 e più 2 nel punteggio prosegue: tocca a Fondelli scrivere il proprio nome tra i marcatori con la rete del 7 a 5 a 4’03”.

Il break arriva a 5’10” grazie al gol di Bertino che viene servito al centro eludendo la marcatura degli avversari e mette in rete: 8 a 5.

Superiorità per il Salerno e Luongo da posizione cinque piazza la sfera dove Da Rold non può arrivare: palo interno e gol. 8 a 6 a 6’15”.

Uomo in più per il Savona, ma la conclusione è da dimenticare, respinta.

Quarto tempo; palla al centro dei locali. Uomo in più per il salernitani, palla in mezzo per Tomasic che al volo la spinge in rete. 8 a 7 a 1’19”.

Momento di difficoltà per i biancorossi, che non concretizzano una superiorità numerica. La difesa, però, è ancora attenta ed efficace sulle due successive azioni ospiti e la Carige si mantiene sul più 1.

Uomo in più, palla al centro per Patchaliev che appoggia in porta il perfetto assist e realizza il 9 a 7 a 3’52”.

Superiorità, Angelini vuole chiudere i conti e chiama time-out. I suoi ragazzi lo accontentano e Patchaliev scaglia in rete il pallone del 10 a 7.

Una deliziosa palombella di Elez che inganna Da Rold strappa applausi ai pochi presenti e porta il punteggio sul 10 a 8 a 6’34”.

I campani ci provano fino alla fine: con l’uomo in più Da Rold respinge il primo tiro ma nulla può sul tap-in di Pica: a 7’25” il divario tra le due squadre torna ad essere di un solo gol.

Rizzo ruba un pallone e costringe Tomasic al fallo da rigore. Lo stesso capitano lo trasforma a mette al sicuro il successo: 11 a 9 a 4″ dalla sirena.

La Rari Nantes Savona centra terza vittoria in sei gare giocate nel girone di élite battendo un Salerno che non ha regalato nulla, determinato a salutare questa stagione con una buona prestazione. Lo testimoniano i parziali, tutti in parità tranne il primo, nel quale i biancorossi hanno preso il vantaggio che si è poi rivelato determinante.

La squadra condotta da Angelini approda così alla semifinale scudetto, tornando ad occupare uno dei primi quattro posti nel massimo campionato. Non accadeva dal 2014, quando i biancorossi si classificarono quarti e persero in semifinale.

Le semifinali saranno Pro Recco contro Rari Nantes Savona e Brescia contro Telimar Palermo.

Il presidente Maurizio Maricone commenta: “Bella vittoria, sono felicissimo perchè siamo tra le prime quattro squadre in Italia ed ora ci aspettano le semifinali scudetto”.

Le semifinali scudetto avranno luogo su due incontri, con andata mercoledì 12 e ritorno sabato 15 maggio, con la gara di ritorno in casa della squadra meglio piazzata in regular season. A seguire, la finale scudetto sarà articolata al meglio delle cinque partite: i primi due incontri (19 e 20 maggio) verranno giocati nella stessa sede, così come i secondi due (gara 3 il 25 maggio ed eventuale gara 4 il 26 maggio). La finale per il terzo posto, che assegnerà l’ultimo posto per la Champions League, si giocherà al meglio delle tre gare, in calendario il 19, il 26 ed eventualmente il 29 maggio.

L’appuntamento quindi è per mercoledì sera, quando alla Zanelli si affronteranno Rari Nantes Savona e Pro Recco.

Il tabellino:
Carige Rari Nantes Savona – Rari Nantes Salerno 11-9
(Parziali: 3-1, 2-2, 3-3, 3-3)
Carige Rari Nantes Savona: Massaro, An. Patchaliev 3, Bragantini, Vuskovic, Molina Rios 1, Rizzo 2, Caldieri, Bruni 2, Campopiano, Fondelli 1, Iocchi Gratta 1, Bertino 1, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Rari Nantes Salerno: Santini, M. Luongo 2, Esposito 1, Sanges, Scotti Galletta, Gallozzi, Tomasic 1, Cuccovillo, Elez 2, Parrilli 2, Spatuzzo, Pica 1, Taurisano. All. Matteo Citro.
Arbitri: Giuliana Nicolosi (Catania) e Arnaldo Petronilli (Roma). Delegato Fin: Gianfranco Tedeschi di (Genova).
Note. Uscito per limite di falli Tomasic nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 6 su 10 più 1 rigore realizzato, Salerno 2 su 8. Ammonito Angelini a 2’08” dalla fine del quarto tempo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.