Tour dell'assessore Piana: "Valorizzazione dei vini e delle aziende savonesi" - IVG.it
Tour

Tour dell’assessore Piana: “Valorizzazione dei vini e delle aziende savonesi”

"Gli incontri di oggi chiudono il cerchio di quelli già intrapresi da Ventimiglia a Luni"

Generica

Savona. Nella giornata di oggi il vice presidente e assessore all’Agricoltura, Marketing e Promozione Territoriale Alessandro Piana con il presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria Marco Rezzano e i consiglieri regionali Stefano Mai e Brunello Brunetto hanno realizzato un “tour” di ascolto delle istanze del territorio nel savonese a Quiliano, sull’altopiano delle Manie di Finale Ligure, Ortovero e nel pomeriggio Andora presso gli amministratori locali e svariate aziende storiche, portabandiera di riconosciute eccellenze e delle tradizionali tecniche produttive.

“Sono state affrontate diverse tematiche – spiega Piana -, dai diritti di reimpianto, per intensificare e ampliare la produzione in un territorio ristretto, sino all’opportunità di linee guida per un marketing 4.0, al passo coi tempi, che abbracci anche l’enoturismo”.

“Pigato, Vermentino, Rossese di Albenga, Lumassina, Granaccia, sono solo alcuni dei vini che Mario Soldati definiva ‘poesia della terra’. Molto partecipata la riunione con i produttori del comprensorio all’Enoteca Regionale della Liguria, sede di Ortovero – dice il vice presidente Piana – incentrata sulle criticità emerse in un anno delicato per tutte le aziende, sulla digitalizzazione, sulla promo-commercializzazione del vino e sugli sforzi che il mondo enoico compie per rispondere alle sfide di una agricoltura sostenibile”.

“Gli incontri di oggi chiudono il cerchio di quelli già intrapresi da Ventimiglia a Luni per avere un quadro aggiornato del territorio e per rispondere al meglio al fabbisogno degli imprenditori e dell’ambiente nelle misure di futura realizzazione”.

“Per l’Enoteca Regionale questa fase di verifiche su tutta la Liguria – aggiunge il presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria Marco Rezzano – è significativa e rappresentativa in vista del rinnovo del consiglio direttivo, con l’Assemblea dei soci fissata a giugno, per stabilire le linee programmatiche dei prossimi quattro anni”.

“Ad oggi – conclude Rezzano – sono più di ottanta i soci attivi, un dato significativo e rappresentativo delle zone produttive, con l’obiettivo di crescere e di mettere in campo sempre più risorse e competenze per supportare i vini regionali e aumentare la consapevolezza nei consumatori”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.