Lista Civica Caprioglio: "Da Savona parte la ricetta per la rinascita del Paese" - IVG.it
"le nostre soluzioni"

Lista Civica Caprioglio: “Da Savona parte la ricetta per la rinascita del Paese”

Gli ingredienti: concessione di spazi all'aperto ad associazioni sportive, bar e ristoranti, abolizione coprifuoco e pass verde, "strade sicure"

Piazza Sisto Savona Mattino Giorno Generica Comune Municipio

Savona. “Possibilità per le associazioni sportive di utilizzare luoghi all’aperto, concessione gratuita del suolo pubblico a bar e ristoranti e richiesta di affiancare un’unità dell’esercito alle forze dell’ordine locali, al fine di prevenire situazioni critiche e consentire regolarmente le riaperture”.

Sono questi, secondo la Lista Civica Caprioglio Sindaco,  gli ingredienti della ricetta per la rinascita del Paese. A cui si aggiungono anche “l’abolizione o la proroga di un’ora del coprifuoco e l’eliminazione del pass verde per spostarsi tra le regioni rosse e arancioni”. Soluzioni che sono state approvate dal Consiglio comunale del 29 aprile scorso.

“Il disappunto verso alcune scelte del Governo in tema di ripresa è stato espresso dalla maggioranza di centro destra del Comune di Savona – dicono –  Il ‘parlamentino’ ligure ha accolto le delibere dei consiglieri della Lista del Sindaco Ilaria Caprioglio, (Alessandro Delucis, Giancarlo Dogliotti, Alberto Marabotto e Alessandro Venturelli, supportati dagli assessori Maurizio Scaramuzza e Andrea Sotgiu). In concreto viene data alle società ed associazioni sportive la possibilità di utilizzare piazze, parchi e luoghi all’aperto (si ricorda che l’Amministrazione Caprioglio è stata la prima ad aver concesso un ampliamento gratuito degli spazi aperti di bar e ristoranti, lo scorso febbraio) e viene richiesto l’aiuto dell’operazione ‘strade sicure’ per affiancare un’unità dell’esercito alle forze dell’ordine locali, al fine di prevenire situazioni critiche e consentire regolarmente aperture”.

“Con due distinti ordini del giorno – proseguono -, parte un appello al governo: evitare i pasticciati pass tra regioni di diverso colore che, oltre ad incontrare stalli burocratici e non garantire la privacy e il diritto allo spostamento, limitano anche le potenzialità economiche, e abolire il coprifuoco o, quantomeno, prorogarlo di un’ora, per consentire un doppio turno alle attività di ristorazione, volano economico del territorio”.

“In ultimo, da parte del presidente del Consiglio, il medico e presidente regionale SMI Renato Giusto, una stoccata al Ministero della Salute e ad AIFA con una critica al protocollo ‘paracetamolo e vigile attesa’, riabilitato da una sentenza della Corte di Stato dopo esser stato bocciato per la sua pericolosità dal TAR del Lazio” concludono.

 

leggi anche
  • Contrari
    Savona, lista Caprioglio Sindaco contro il decreto Draghi: “No a coprifuoco e pass verde”
    Savona Vecchia Darsena panoramica sera
  • LunedÌ si riparte
    Ampliamento gratuito dei dehors in vista delle riaperture, Savona un esempio per tutti
    Liguria zona arancione, l’ultimo aperitivo ai tavolini: ma i bar savonesi non si arrendono

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.