Cantiere

Lavori di messa in sicurezza sulla statale del Colle di San Bernando: come cambia la viabilità

Da lunedì prossimo alle 8.00 fino alle ore 22 di lunedì 31 maggio: modifiche al servizio di TPL Linea

talpa anas galleria aurelia bis

Erli. Anas ha programmato i lavori di messa in sicurezza e allargamento della strada statale 582 di “San Bernardo”, nel comune di Erli in provincia di Savona. A partire dalle ore 8.00 di lunedì 17 maggio la statale verrà chiusa al traffico dal km 22,550 al km 22,850.

I lavori riguarderanno il consolidamento del corpo di frana che interessa la piattaforma stradale, con contestuale allargamento della carreggiata dagli attuali 5 metri e mezzo a 7,5 metri, garantendo in tal modo una migliore transitabilità nei due sensi di marcia.

Inoltre, nello stesso periodo, verrà istituito il divieto di transito ai mezzi superiori alle 7.5t dal km 15,673 al km 22,950 della statale.

Durante i lavori il traffico veicolare leggero verrà deviato da Cisano sul Neva lungo la viabilità provinciale e comunale, con rientro sulla statale nel territorio comunale di Erli.

Il traffico dei mezzi pesanti verrà deviato a Cisano sul Neva, in direzione Albenga lungo l’Aurelia Bis, successivamente si procederà sulla statale 453 della Valle Arroscia, a Pieve di Teco, fino alla statale 28 del Colle di Nava in direzione Garessio.

Il cantiere sarà attivo fino alle ore 22 di lunedì 31 maggio.

In relazione all’intervento viario sono previste modifiche al servizio di TPL Linea: la linea 75 (Cerisola-Erli-Castelvecchio-Albenga) non raggiungerà il Comune di Erli e la frazione di Cerisola. Gli autobus saranno limitati al bivio di Bareassi. Resterà invariato il servizio per il Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena.

Il cantiere sarà attivo fino alle ore 22 di lunedì 31 maggio, successivamente si concluderà l’orario provvisorio del servizio di trasporto pubblico locale e sarà ripristinato l’orario attualmente vigente.

orario provvisorio linea 75

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.