La passeggiata si fa bella: una panchina con 150 piastrelle raffiguranti gli stili della ceramica di Albisola - IVG.it
Arte e bellezza

La passeggiata si fa bella: una panchina con 150 piastrelle raffiguranti gli stili della ceramica di Albisola fotogallery

Realizzata dai ceramisti e dagli artisti della scuola di ceramica, verrà continuamente abbellita per i prossimi due anni

Albisola Superiore. “Un orgoglio per tutta la città”. Con queste parole Simona Poggi, assessore alla Cultura di Albisola Superiore, definisce la nuova panchina inaugurata questa mattina sulla passeggiata: una vera e propria opera d’arte composta da 150 piastrelle raffigurante i vari stili della tradizione ceramica albisolese.

Presentata questa mattina in occasione dell’iniziativa nazionale Buongiorno Ceramica, è stata realizzata gratuitamente dai ceramisti e dagli artisti della scuola di ceramica di Albisola e installata sulla passeggiata a mare Eugenio Montale dal tecnico Raffaele Serra.

Sotto un cielo grigio, la cittadinanza ha potuto assistere alla presentazione di questo nuovo simbolo per la città che prende il nome di “Per un gioco di parole. C’ERA MICA una panchina?”. Presente alla presentazione oltre al sindaco Maurizio Garbarini, all’assessore alla cultura Simona Poggi e all’assessore Luca Ottonello, anche la direttrice della scuola comunale di ceramica, Lea Gobbi che ha ideato la panchina insieme a Tino Gaggero.

“Vorrei ringraziare di cuore chi si è dedicato alla realizzazione di questa nuova panchina artistica che va a dare altro colore alla nostra passeggiata” afferma il sindaco.

“Questa nuova opera andrà ad arricchire il patrimonio culturale della nostra città e ad impreziosirlo da un punto di vista artistico – è il commento dell’assessore Poggi – Non è ancora terminata: sarà quindi una panchina ‘in progress’, che continuerà ad essere abbellita e lavorata per i prossimi due anni. Una nuova opportunità per la cittadinanza e per i turisti”.

La ceramica è nel nostro Dna – conclude Poggi – è il fiore all’occhiello di questa città quindi noi cerchiamo in tutti i modi di investire in questa arte e in questo antico mestiere portando avanti la tradizione del nostro paese ma anche l’innovazione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.