Varazze e Pietra Ligure non si fanno male: zero a zero al termine di novanta minuti privi di emozioni - IVG.it
Quarta giornata

Varazze e Pietra Ligure non si fanno male: zero a zero al termine di novanta minuti privi di emozioni

Unico sussulto la traversa colpita dalla distanza da Cavallone ad inizio ripresa

Celle Ligure. Periodo decisivo in Eccellenza, con tutte le squadre (eccetto le due che riposeranno nel turno infrasettimanale di mercoledì 5 maggio) che andranno a giocare tre partite in una settimana.

Conta solo la vittoria ed è vietato pareggiare tra Varazze Don Bosco (un punto in tre gare) e Pietra Ligure (due gare ed altrettante sconfitte) se entrambe le compagini vogliono alimentare ancora qualche speranza di essere una delle quattro squadre del girone A che passeranno al turno successivo.

Alla Natta di Celle Ligure fischio d’inizio alle ore 16. Agli ordini del direttore di gara Giuseppe Scarpati della sezione di Formia, assistito da Davide Salinelli (Genova) e Mattia Delfino (Albenga) le due squadre scendono in campo nelle seguenti formazioni:

Varazze Don Bosco: Cirillo, Daudo, Damonte, Severi (cap.), Andreoni, Patrone, Aiello, Bottino, Piu, G. Cavallone, Caruso. All. Gianni Berogno.

A disposizione: Risso, Giglio, P. Cavallone, Sacco, Farci, Bisio, Buffo, Iardella, Angella.

Pietra Ligure: Ferro, Balla, Pili, Szerdi, Roda, Shani, Caputo, Gibilaro, Illiano, Caneva, Battuello (cap.). All. Mario Pisano.

A disposizione: Pastorino, Praino, Wallingre, Castiglione, Farinazzo, Halaj, Basso, Canu, Insolito.

Nerazzurri schierati col 5-3-2: Cirillo tra i pali; in difesa Daudo a destro, Damonte a sinistra; Andreoni, Severi e Patrone centrali di difesa; Bottino centrocampista centrale, Aiello e Caruso mezzali; Piu e Cavallone davanti.

Biancocelesti in campo col 4-4-2 con Ferro in porta; in difesa da destra Balla, Illiano, Pili e Shani; Gibilaro, Caputo, Szerdi e Caneva sulla mediana; in attacco Battuello e Roda.

Al 6° angolo battuto dal Varazze, palla messa fuori, conclude Andreoni: la difesa respinge.

Fasi iniziali di studio, con il Varazze leggermente più intraprendente, però il Pietra risponde colpo su colpo. Si gioca su ritmi piuttosto alti, segno di come entrambe le squadre siano intenzionate a cercare di conquistare la prima vittoria.

Al 13° insistita azione di Szerdi, imbucata per Battuello, la cui conclusione termina a lato.

La squadra ospite ha alzato il baricentro del proprio gioco e con frequenti cambi di gioco, da una fascia all’altra, cerca di mettere in difficoltà la difesa varazzina. Al 17° corner per il Pietra, lo calcia Szerdi: Cirillo respinge coi pugni.

Al 19° angolo in favore del Varazze, battuto a rientrare: colpo di testa di Piu, la palla termina abbondantemente sopra la traversa.

Al 20° conclusione dai venticinque metri di Caruso, respinta coi pugni da Ferro.

Al 22° punizione dalla trequarti di Szerdi, respinge la difesa del Varazze, riprende Szerdi che prova il tiro ma l’esecuzione è da dimenticare.

Al 30° eccellente incursione dalla destra di Balla, palla tesissima in mezzo, Cirillo smanaccia in maniera provvidenziale.

I biancocelesti stanno crescendo, guidati dall’argentino Szerdi in mezzo al campo; in difesa un superlativo Illiante fa buona guardia. Nel Varazze prestazioni positive di Bottino, Caruso e dell’intraprendente Piu.

Al 40° Pietra vicinissimo al vantaggio: percussione di Pili, palla a Roda, il cui tiro ha dato la sensazione del gol ma è andato sull’esterno della rete.

Al 41° ammonito Cirillo per aver toccato il pallone con una mano fuori dall’area. La punizione è calciata da Szerdi: supera la barriera ma è alta sopra la traversa.

Al 44° ammonito Balla per intervento scorretto.

Il primo tempo si conclude sul risultato di 0 a 0.

Il commento di Luca Filadelli, direttore generale del Pietra Ligure: “Un primo tempo molto equilibrato, due squadre che stanno giocando una partita come ci si aspettava. Vedremo nel secondo tempo se qualcuno la sbloccherà, perché con questi presupposti potrebbe tranquillamente essere una partita da pareggio“.

Secondo tempo. Varazze vicino al gol: al 1° Cavallone lascia partire un tiro improvviso dai venticinque metri e centra in pieno la traversa.

Al 4° la prima sostituzione, tra gli ospiti: entra Basso, esce Balla.

Al 6° cartellino giallo a Caruso per aver trattenuto Shani.

Al 7° ammonito Pili per gioco scorretto nei confronti di Più. La punizione battuta da Severi termina altissima.

Buon momento per i nerazzurri che all’8° calciano un corner con Cavallone, ma il cross di Damonte non crea pericoli alla difesa pietrese.

All’11° cambio nell’attacco varazzino: Angella per Piu. Nel Pietra, al 23°, entra Canu ed esce Roda, al 25° Farinazzo prende il posto di Caputo. Al 28° altri cambi nel Varazze: Giglio per Daudo, Farci per G. Cavallone.

Portieri inoperosi; le due squadre sembrano non avere i mezzi per sbloccare il risultato.

Al 37° Berogno manda in campo Iardella, esce Caruso.

Al 41° Pisano inserisce Insolito al posto di Caneva.

Al 42° angolo per il Pietra Ligure, la difesa locale allontana. Al 44° Halaj prende il posto di Gibilaro.

Potenziale azione da rete per Battuello, ma viene fischiato il fuorigioco. Cirillo, comunque, era riuscito a sventare coi piedi.

Al 45° angolo per il Varazze: Damonte lo calcia in mezzo, colpo di testa di Andreoni abbondantemente fuori.

Finisce col risultato più ovvio, 0 a 0, una partita nella quale le azioni da rete sono state pochissime. Il Varazze sale a quota 2 punti in classifica, il Pietra Ligure a 1. Per entrambe, entrare tra le prime quattro, che giocheranno i playoff, non sembra un traguardo possibile.

leggi anche
  • Il commento
    Varazze, Gabriele Caruso: “Con un pelo di fortuna in più potevamo conquistare i tre punti”
    Gabriele Caruso,
  • Reti inviolate
    Pietra Ligure, Santiago Szerdi: “Partita equilibrata, abbiamo cercato di giocarla come l’abbiamo preparata”
    Santiago Szerdi
  • Il commento
    Varazze, Gianni Berogno: “Pareggio giusto, ma questo gruppo si meriterebbe una vittoria”
     Gianni Berogno
  • Parola al mister
    Pietra Ligure, Mario Pisano: “La prestazione c’è stata, siamo stati attenti e compatti”
    Cairese Vs Pietra Ligure

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.