Decreto Sostegni, vicepresidente Piana: "Primi segnali positivi per la pesca, ma stop all'aumento dei canoni demaniali" - IVG.it
Ripartenza

Decreto Sostegni, vicepresidente Piana: “Primi segnali positivi per la pesca, ma stop all’aumento dei canoni demaniali”

"Guardiamo all'immediato futuro per evitare riproposizioni congiunturali critiche"

alessandro piana

Liguria. “Pesca e acquacoltura sono settori legati al turismo e alla ristorazione, parimenti colpiti dalla crisi pandemica”. E’ quanto si legge in una nota stampa del vice presidente di Regione Liguria e assessore regionale all’agricoltura, pesca e marketing territoriale, Alessandro Piana in merito al Dl Sostegni per pesca ed acquacoltura.

“I fondi stanziati come contributo ai concessionari delle aree demaniali marittime per le attività di acquacoltura, pesca, protezione della fascia costiera e per la commercializzazione, pari a 1 milione di euro per il 2021, sono un primo passo nella giusta direzione, ma deve esserci un seguito” prosegue.

“Guardando all’immediato futuro, per evitare riproposizioni congiunturali critiche, la Lega ripresenterà la proposta per ridurre il canone minimo demaniale a 500 euro, a fronte dei 2500 euro del Dl Agosto, Governo Conte II, che aveva introdotto un rincaro del 700% in un periodo di grande crisi per il settore – conclude la nota -. Auspichiamo per la ripartenza, una maggiore attenzione per questo comparto”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.