Covid, il paradosso dei permessi: mercati d'artigianato consentiti a Loano ma non a Pietra - IVG.it
Artigiani in bilico

Covid, il paradosso dei permessi: mercati d’artigianato consentiti a Loano ma non a Pietra

Il chiarimento del prefetto Cananà non convince tutti

cronaca

Pietra Ligure/Loano. Mercatino sì, mercatino no. E’ questo il dilemma che tiene con il fiato sospeso gli artigiani dell’associazione Artigianalmente che vendono i propri prodotti per le vie delle città. Ma ora arriviamo al paradosso curioso che trasforma il dilemma amletico in un vero e proprio problema per gli artigiani in questione che vedono nel mercato un importante occasione lavorativa.

Durante il mese di maggio questa forma di mercato artigianale – composta da una decina di banchi – è stata permessa a Loano in Piazza Massena, zona già adibita a mercato per artisti e artigiani, mentre a Pietra Ligure dal Comune è arrivato un netto divieto: “Il mercato di Artigianalmente non si può fare, in linea con quanto comunicato dal prefetto, per ordini di sicurezza” conferma l’assessore pietrese Maria Vaianella.

Fino all’arrivo della zona bianca, attesa con le dita incrociate il 7 giugno, è ancora in vigore il regolamento di marzo 2021 che prevede, secondo il chiarimento del prefetto Antonio Cananà, per “le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi, comprese le fiere promozionali, uno specifico divieto di svolgimento”, e che in sede applicativa si “valuti caso per caso se gli eventi di natura commerciale aperti al pubblico, per i quali gli organizzatori abbiano presentato istanza di autorizzazione comunale, rientrino o meno nel novero di quelli vietati ai sensi delle citate disposizioni“.

Come afferma l’assessore alle attività produttive per il Comune di Loano, Luca Lettieri, “il chiarimento richiesto dal Comune di Savona per le attività fieristiche, le sagre e le manifestazioni commerciali, e inviato dal prefetto, risulta un po’ sibillino, ma secondo la nostra interpretazione il mercato dell’artigianato risulta permesso”. “L’associazione Artigianalmente ha infatti vinto un bando per la realizzazione del mercatino ogni seconda domenica del mese e ogni venerdì d’estate, non si può parlare di manifestazione commerciale straordinaria” specifica Lettieri.

Il Comune di Pietra Ligure, di contro, ha deciso di far saltare l’appuntamento con il mercatino il 5 giugno, dando invece la possibilità, in zona bianca, di recuperare la data. E’ così che i membri dell’associazione Artigianalmente restano in bilico dalle interpretazioni dei regolamenti, con ovvie ricadute sulla loro attività lavorativa. “Il nostro mercato è veramente ridotto – commenta Stefania Margutti -, non c’è quindi alcun problema di sicurezza. Ci sembra assurdo che in altri comuni o addirittura in altre regioni ci siano regole diverse: a Loano il mercatino è permesso mentre a Pietra Ligure no, in Piemonte inoltre in questo periodo ci sono già tanti mercatini come a Vinadio, dove andremo sabato e domenica”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.