World para dance cup

Coppa del Mondo di danza in carrozzina, Del Sere e Gazzola: “Pronti a dare il massimo”

Si avvicina l'atteso appuntamento: parola ai protagonisti

World Para Dance Cup

Genova. Si avvicina l’appuntamento con la World Para Dance Cup 2021 che si terrà a Genova nella prima settimana di giugno che vedrà impegnati al Tower Hotel di Genova oltre trecento atleti provenienti da ogni parte del mondo. La Coppa del Mondo di Danza in Carrozzina segna la ripartenza del movimento dopo le limitazioni imposte dall’emergenza Covid. È garantito il pieno rispetto di tutte le misure e i protocolli sanitari di sicurezza anti contagio previsti a livello nazionale.

Tra gli atleti in gara a Genova, anche la toscana Laura Del Sere prenderà parte al Combi standard insieme a Giulio Matassa. Per lei a Genova ci saranno nuove sfide in quanto presente anche nelle gare del singolo Freestyle e al duo latino americano insieme con Marco Galli.

“Mi sono avvicinata alla disciplina circa quindici anni fa. Prima ho fatto un po’ di nuoto, poi tennis infine ho scoperto la danza in carrozzina. L’ho scoperta in modo casuale. Ho assistito a una lezione di ballo a Sesto Fiorentino dove abito e mi sono innamorata e avvicinata alla disciplina” racconta Laura.

Subito amore per questo sport e i risultati non sono tardati ad arrivare. Nel 2016 un quarto posto nella World Cup Wheelchair a San Pietroburgo insieme al maestro Alessandro Lippi, poi un secondo posto nella Coppa del mondo del 2017 a Hong Kong, un primo e secondo posto nelle gare Open in Olanda e quindi nel 2019 l’arrivo fino alla semifinale nell’ultimo mondiale disputatosi a Bonn in Germania. Ora va avanti la preparazione per la manifestazione genovese.

“Durante l’emergenza Covid ci sono state diverse difficoltà per quanto riguardava la possibilità di trovare gli spazi per allenarsi visto che le palestre erano chiuse. Siamo comunque riusciti a trovare una sistemazione e ci stiamo preparando. Ci alleniamo due-tre volte alla settimana. Obiettivi? Nessuno in particolare se non dare il massimo e divertirsi”. A fare gli onori del padrone di casa sarà il ligure Enrico Gazzola, atleta esperto felice dopo anni di viaggi all’estero di poter competere con i migliori atleti al mondo nella sua Liguria. “È un evento importante per l’Italia e per la Liguria, è stato fatto davvero un grande lavoro da parte della World Dance Liguria capace di portare a Genova una manifestazione di così alto livello” spiega Enrico che si è avvicinato alla danza in carrozzina nel 2010 e dal 2016 fa parte della Nazionale italiana.

“Portare la maglia della nazionale per me è qualcosa di speciale, un grande onore e una responsabilità. Insieme al maestro Edo Pampuro stiamo preparando una coreografia particolare, tutta da scoprire. Allenarsi non è stato facile in questi mesi per via delle restrizioni imposte dal Covid. Ci siamo allenati a Loano ma è una corsa contro il tempo perché abbiamo potuto riprendere le prove solo da quando la Liguria è tornata in zona gialla. Arriviamo alla World Cup di Genova motivati e fiduciosi di poter ottenere un buon risultato”. Per Gazzola titoli italiani in fila, una medaglia d’oro in Polonia e un ottimo quinto posto al mondiale di Bonn del 2019 insieme con Chiara Bruzzese. A Genova però ci sarà un’importante novità per lui. “Portiamo un progetto nuovo, quest’anno gareggerò insieme a Corinna Parodi Brondo, giovane figlia della mia storica partner di danza in carrozzina. Abbiamo avuto poco tempo per prepararci ma daremo tutto per ottenere il miglior risultato possibile. La curiosità? Tra me è Corinna ci sono oltre 40 anni di differenza visto che io ne ho 60 e lei 18″ conclude Gazzola.

L’evento è organizzato dal World Dance Liguria grazie al contributo del Comune di Genova e della Regione Liguria con la collaborazione dell’Aeroporto di Genova, della Croce Rossa Italiana, del Tower Genova Airport Hotel, della Federazione Italiana Danza Sportiva italiana e dal Comitato Italiano Paralimpico.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.