Stop

Caos Autostrade, la richiesta di Liguria Popolare: “Risarcire gli utenti”

"Oltre il danno la beffa, ai caselli il pagamento è dovuto e a tariffa piena"

Incidente A10 Savona

Savona. “Proporremo ad ogni livello istituzionale le istanze che ogni giorno ci vengono segnalate dai territori e saremo parte attiva affinché vengano intraprese le giuste azioni risarcitorie nei confronti degli utenti”.

A dirlo sono gli esponenti liguri di Liguria Popolare Ubaldo Borchi, Matteo Marcenaro e Fabrizio Ghione. “Questo il grido di rabbia del ponente ligure. Le sue autostrade assomigliano ogni giorno ad un girone infernale, oggi e’ il ponente della regione a lamentare i gravissimi disagi ai quali sono costretti cittadini, autotrasportatori e turisti che si trovano ad attraversare magari pochi chilometri di autostrada in tempi biblici”.

“Ma oltre il danno la beffa – proseguono -, ai caselli il pagamento e’ dovuto e a tariffa piena. Per questo chiediamo un’esenzione del pedaggio o perlomeno una considerevole riduzione, che non ripagherà certo del tempo perduto ma almeno mitigherà la sensazione di ‘presa in giro’ che visto il perdurare della situazione appare sempre più una certezza”.

“Nella giornata odierna verrà inviata una comunicazione pec ad Autostrade con le nostre richieste e un avviso della possibilità di intraprendere ogni azione legale meglio vista”, conclude il portavoce genovese del movimento Ubaldo Borchi.

leggi anche
Generica
Scontro
Caos autostrade, Toti sbotta contro il ministro: “In Liguria le manutenzioni più lunghe di tutti i tempi”
Scontro tra tir in A10
Incidente
Scontro tra tir: riaperto il tratto Savona-Albisola ma ancora code in A10 e A6 e nel centro di Savona

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.