Campomorone Sant'Olcese, Amedeo Di Latte: "Dispiaciuto per i ragazzi, hanno dato tutto" - IVG.it
Debutto amaro

Campomorone Sant’Olcese, Amedeo Di Latte: “Dispiaciuto per i ragazzi, hanno dato tutto”

Il tecnico biancoblù promuove la sua squadra: "A livello di impegno si sarebbero meritati almeno un pareggio"

Finale Ligure. Esordio difficile per Amedeo Di Latte sulla panchina del Campomorone Sant’Olcese: i biancoblù non sono riusciti a trovare la via del gol e sono stati battuti per 1 a 0 dal Finale.

Il tecnico, subentrato in settimana a Marco Pirovano, commenta il primo incontro alla guida della sua nuova squadra: “Il primo pensiero è che abbiamo incontrato un Finale che si vede che è abituato a giocare insieme da tanto. Sapevo, avevo messo in preventivo che nel primo quarto d’ora, venti minuti, avremmo dovuto soffrire su un terreno di gioco cui noi non abituati, un campo abbastanza bagnato, sul quale c’erano anche delle pozze”.

Di Latte, nonostante il risultato, non ha nulla da rimproverare alla sua formazione: “Devo dire che i ragazzi hanno dato tutto: da questo punto di vista non potevo pretendere di più. Mi dispiace per quell’occasione nel primo tempo e per quelle due occasioni nitide alla fine, perché penso che a livello di impegno, considerando che dal settantesimo cinque o sei ragazzi avevano i crampi, si sarebbero meritati almeno un pareggio, per quello che poi hanno fatto vedere. C’è da lavorare, tempo ce n’è pochissimo, ma sono fiducioso. Abbiamo ancora due partite: bisogna essere onesti, se riusciamo a vincere quelle due partite siamo dentro, il nostro obiettivo è quello. Il Finale aveva fatto due partite: punteggio pieno, quattro gol fatti e zero subiti, quindi, insieme al Ligorna, è la squadra più forte e più importante che c’è in questo momento“.

In pieno recupero il nuovo acquisto Gastaldo ha messo la sfera in rete, ma il gol è stato annullato per fuorigioco. “Quando la palla è andata dentro c’era la felicità, poi, sinceramente, io prendo la vita in modo sereno – ammette Di Latte – e sono rimasto molto dispiaciuto per i ragazzi, nel vedere dei ragazzi che mi chiedono il cambio e io che dovevo incitarli a rimanere dentro, vederli che soffrono e fanno sacrifici. Mi è dispiaciuto più che altro per loro“.

leggi anche
  • 4ª giornata
    Eccellenza, il Finale non si ferma più: l’1-0 al Campomorone vale il primato solitario
    Finale

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.