Anziani senza terapia nei weekend: denunciati i direttori di una Rsa di Calice Ligure - IVG.it
Scoperti dai nas

Anziani senza terapia nei weekend: denunciati i direttori di una Rsa di Calice Ligure

Gli operatori avevano anche falsificato il registro delle terapie in modo da attestare falsamente la regolarità delle somministrazioni

anziano

Calice Ligure. Anziani ospiti lasciati senza terapia durante il fine settimana e nei giorni festivi, creando scompensi e sofferenze. E’ il triste scenario scoperto dai carabinieri dei Nas in una Rsa di Calice Ligure, nel corso di una operazione su tutto il territorio nazionale per verificare la situazione nelle residenze per anziani dopo la ripresa delle visite dei familiari.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, non solo i medicinali non sarebbero stati somministrati nei giorni festivi e nei weekend: gli operatori, stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, avrebbero anche falsificato il registro delle terapie in modo da attestare falsamente la regolarità delle somministrazioni. I carabinieri, guidati dal maggiore Massimo Pierini, hanno denunciato il direttore sanitario e quello amministrativo anche per esercizio abusivo della professione sanitaria.

Sarebbero sette in totale le Rsa risultate non conformi in tutta la Liguria su 22 controllate dai militari. In particolare cinque sono risultate non in regola perché avevano personale no vax e due per il mancato rispetto di requisiti strutturali. Le strutture non a norma si trovano tre in provincia di Genova, una in provincia di Imperia, due in quella di Savona e una in quella di Spezia.

Le due Rsa in condizioni più critiche sono state trovate a Brugnato (Spezia) dove sono stati individuati sette operatori socio assistenziali non vaccinati e l’altra appunto a Calice Ligure: qui le indagini dei Nas hanno portato alla luce una non corretta gestione delle terapie per gli anziani ospiti della struttura.

leggi anche
villa alfieri a Calice Ligure
Indagine
Anziani senza terapie nei weekend nella Rsa di Calice, l’azienda: “Fatti gravi, saremo parte civile in caso di processo”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.