29^

Anniversario della strage di Capaci, nel cortile dell’istituto Falcone un albero dedicato al giudice antimafia fotogallery

Due classe hanno partecipato ad un webinar con Fabio Fazio, che ha raccontato vita e esperienze del giudice Falcone e di Paolo Borsellino

Loano. L’istituto Falcone di Loano ha dedicato due giornate alla commemorazione del 29^ anniversario della strage di Capaci avvenuta il 23 maggio 1992 e nella quale morirono il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta.

Ospite illustre di una delle iniziative previste dal “Progetto Legalità” è stato Fabio Fazio, conduttore, autore e produttore televisivo, che giovedì 20 maggio ha partecipato a un webinar in diretta con due classi della scuola, coinvolgendo gli studenti con un racconto “sincero ed emozionante” sulla vita e le esperienze del giudice Falcone, nonché su quelle del suo caro amico e collaboratore Paolo Borsellino, entrambi uomini eroici nella lotta alla mafia.

Non sono mancati a tale proposito i richiami allo speciale documentario girato e condotto nel 2017 a Palermo sui luoghi della vita del magistrato e i conseguenti spunti di riflessione sul valore della legalità che il giudice ha trasmesso non solo a coloro che lo conobbero ma anche alle giovani generazioni.

Venerdì 21 invece alla presenza delle autorità locali è stato inaugurato il nuovo albero Falcone nel cortile della scuola. Presenti alla cerimonia gli assessori Luca Lettieri e Manuela Zunino del Comune di Loano e il vice presidente provinciale di Confagricoltura Savona Davide Michelini.

La manifestazione ha coinvolto direttamente anche alcuni studenti del “Progetto Legalità” che, dopo aver piantato l’albero, hanno dedicato a Giovanni Falcone pensieri e poesie, tutti scritti su cartoncini bianchi fasciati di rosso e appesi ai rami del novello ulivo, simbolo e richiamo della magnolia di via Notarbartolo a Palermo che è meta di pellegrinaggio di quanti vogliono lasciare una loro riflessione per il giudice vittima della mafia.

Tutti gli alunni delle classi infine, collegati all’evento via Meet o tramite diretta Facebook sul profilo social dell’istituto Falcone, hanno siglato l’evento con un minuto di silenzio per commemorare non solo Giovanni Falcone ma tutti coloro che in nome della giustizia si sono opposti alla criminalità, pagando con la vita il loro smisurato amore per la legalità.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.