Viabilità, Giudice (Confcommercio Albenga): "La stagione sarà brevissima, le nostre località devono poter essere raggiunte" - IVG.it
Punto di vista

Viabilità, Giudice (Confcommercio Albenga): “La stagione sarà brevissima, le nostre località devono poter essere raggiunte”

"Confcommercio auspica che gli attori degli interventi di realizzazione, gestione e manutenzione delle infrastrutture viarie sul territorio comprendano le necessità delle attività produttive"

Lorenza Giudice candidata regionali 2020

Liguria. “La stagione sarà brevissima, ci auguriamo intensa, ma è necessario che le mete possano essere raggiunte. Confcommercio auspica che gli attori degli interventi di realizzazione, gestione e manutenzione delle infrastrutture viarie sul territorio comprendano le necessità delle attività produttive, garantiscano l’espletamento della loro funzione, tutelino la fragilità del sistema complessivo della viabilità. Il ponente inoltre si pone anche come arteria alternativa verso il Piemonte con strade collinari che rappresentano non solo una grande opportunità di logistica ma anche un patrimonio di straordinaria bellezza: urge una immediata attenzione”. Ad affermarlo è la presidente di Confcommercio Albenga Lorenza giudice, che così interviene nella querelle che, in questi giorni, sta riguardando la viabilità della nostra provincia.

“I comuni e le piccole città come quelli della nostra provincia sono rimasti ai margini di un profondo processo globale di innovazione e rinnovamento dei tessuti urbani che richiede l’applicazione di nuovi modelli – afferma – La pianificazione urbana e territoriale saranno grandi protagonisti per il nostro futuro portando l’attenzione sulle opportunità che questo gravoso momento storico ci pone, il cambiamento; personale, professionale, territoriale, produttivo, economico, sociale. Le aree urbane, modificate dallo spopolamento degli insediamenti produttivi si sono trasformate da industrializzate a digitalizzate aprendo così una nuova fase produttiva. Quale sarà il nostro nuovo futuro?”

“La sfida racchiude un insieme di servizi, sostenibilità, gestione dei rifiuti, trasporti, edilizia commerciale e residenziale, scuola, turismo, cultura, sanità, sicurezza e pubblica amministrazione. Le grandi città liguri possono affrontare questo corposo insieme ma i nostri piccoli comuni no, per questo occorre una strategia primaria, soprattutto per quel ponente che affaticato negli anni da una viabilità compromessa e una fragilità idrogeologica, subisce il rallentamento non solo dell’intero flusso turistico ma anche quello locale. La puntualità degli interventi conservativi sui beni collettivi, resta un punto chiave per aprire un dialogo con chi programma, Confcommercio è preoccupata per il continuo avvicendarsi di sovrapposizioni temporali in piena stagione, la responsabilità non può essere riscontrata solamente nel merito di una mancato ripristino ma anche nella mancata pianificazione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.