Tumore al cervelletto, per Gledis scende in campo anche Croce Bianca Savona: "La portiamo in Germania gratis" - IVG.it
Il gesto

Tumore al cervelletto, per Gledis scende in campo anche Croce Bianca Savona: “La portiamo in Germania gratis”

La pubblica assistenza garantirà trasporti gratuiti alla donna, dovunque debba andare per curarsi

gledis croce bianca

Savona. “In Germania a operarsi? La portiamo noi gratis”. E’ il modo con cui la Croce Bianca di Savona ha deciso di aiutare Gledis, la 46enne di Savona affetta dalla Sindrome di Von Hippel-Lindau.

Gledis è una donna di 46 anni, che da 34 lotta per la sua vita: non vede, per parlare deve tappare il foro della tracheostomia con il palmo della mano per attivare la protesi fonatoria, propriocezione ed equilibrio sono fortemente compromessi e il lato sinistro del corpo presenta forti carenze sensitive e tattili. Gli interventi, la fisioterapia, le visite specialistiche, gli esami in Italia ed all’estero data la particolarità della sua condizione richiedono strutture e medici altamente specializzati e quasi mai possono essere effettuati in strutture pubbliche: ciò ovviamente si traduce in costi altissimi che essendo continui e aumentati nel tempo sono sempre più difficili da sostenere. 

Negli anni ha già subito una quindicina di interventi ad alto rischio in ambito cerebellare, midollare/vertebrale, renale, tracheale/faringeo che hanno portato a gravi conseguenze con cui deve combattere ogni giorno. E ora ha bisogno di un’ulteriore operazione, costosa, in Germania. Un intervento il cui costo, salvo complicazioni, si aggira intorno agli 80mila euro a cui andranno aggiunti i costi di viaggio e di permanenza in Germania per almeno un mese.

Così a Savona, e non solo, è già partita una bellissima “gara” di solidarietà, con una raccolta fondi per aiutarla. E dopo Mattia “Spiderman” Villardita (che sulla sua pagina Facebook ha diffuso un video del suo incontro con la donna e pubblicizzato la raccolta fondi), ora al fianco di Gledis scende in campo anche la Croce Bianca di Savona.

leggi anche
  • Gara di solidarietà
    Tumore al cervelletto, unica speranza una operazione in Germania: raccolta fondi per salvare Gledis
    Gledis Savona

“La nostra pubblica assistenza – recita la lettera inviata al marito di Gledis, Gianluigi Braida – ha appreso della rara patologia contro la quale sua moglie sta lottando da tempo e delle gravi difficoltà che lei e la sua famiglia affrontate quotidianamente. Vorremmo, nel nostro piccolo, offrirvi un sostegno tangibile, mettendo a vostra disposizione i nostri mezzi e i nostri volontari per le future esigenze di trasporto sanitario di Gledis. Per questo, le assicuriamo sin d’ora che la Croce Bianca si farà carico integralmente, senza alcun onere per la vostra famiglia, dell’organizzazione e dell’esecuzione del trasferimento in ambulanza da Savona alla Germania, in previsione dell’intervento chirurgico a cui sua moglie dovrà sottoporsi, oltre che dei trasferimenti di cui Gledis dovesse necessitare, verso altre destinazioni, per proseguire il proprio percorso di cura“.

“Siamo consapevoli del fatto che questa è una goccia nel mare rispetto alle necessità di cura di Gledis e agli sforzi che queste comportano – fanno sapere dalla pubblica assistenza – ma ci auguriamo comunque di poter contribuire alla loro battaglia garantendo a Gledis un viaggio sicuro e sereno”.

Nel frattempo la raccolta fondi su GoFundMe ha raggiunto i 7700 euro, ma è ancora molto lontana dall’obiettivo di 150 mila euro. Qui sotto il video dell’incontro tra Gledis e Spiderman.

leggi anche
  • Gara di solidarietà
    Tumore al cervelletto, unica speranza una operazione in Germania: raccolta fondi per salvare Gledis
    Gledis Savona

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.