“Tavolo della Sicurezza” di Loano, la riunione del 4 maggio dedicata alla videosorveglianza - IVG.it
Info e idee

“Tavolo della Sicurezza” di Loano, la riunione del 4 maggio dedicata alla videosorveglianza

Una “tavola rotonda” durante la quale rappresentanti delle categorie, delle associazioni e semplici cittadini potranno proporre soluzioni per migliorare l'impianto

telecamera videosorveglianza generica

Loano. Sarà dedicato a “L’impianto di videosorveglianza: dall’innovazione all’integrazione” la prossima riunione del Tavolo della Sicurezza, il progetto di sicurezza partecipata promosso dall’assessorato alla polizia locale del Comune di Loano e che vede amministratori, cittadini e associazioni coinvolti in prima persona nell’elaborazione di strategie di contrasto al fenomeno dell’insicurezza urbana.

L’incontro è in programma martedì 4 maggio alle 18 in streaming sulla piattaforma Google Meet e sarà strutturato come una vera e propria “tavola rotonda” durante la quale rappresentanti delle categorie, delle associazioni e semplici cittadini potranno intervenire rivolgendo domande all’amministrazione o proponendo idee e soluzioni per migliorare ulteriormente l’impianto di videosorveglianza comunale. Inoltre, verranno forniti alcune informazioni sul funzionamento degli impianti e sull’utilizzo delle immagini catturate dalle telecamere, al fine anche di smentire alcune “voci” non corrette circolate anche e soprattutto sui social-network.

Durante la riunione verranno inoltre analizzate le iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale in tale ambito: “Negli ultimi mesi – ricorda il sindaco Luigi Pignocca – abbiamo effettuato un radicale intervento di manutenzione che ci ha portato alla sostituzione del 35 per cento delle vecchie telecamere con nuovi ‘occhi elettronici’ con risoluzione fino a 4 megapixel. Inoltre 21 apparecchi ammalorati sono stati rimpiazzati con altrettanti di medesima qualità e quindi senza alcun abbassamento degli standard. Al fine di garantire la piena funzionalità degli apparati, la banda è stata potenziata fino a 500 mega ed il software di gestione aggiornato. Il sistema consente di conservare le immagini registrate per sette giorni”.

Completano l’impianto altri 15 apparecchi per la lettura targhe posizionati ai confini con i comuni limitrofi e che consentono di monitorare i veicoli in entrata ed in uscita sul nostro territorio. Senza dimenticare le altre telecamere posizionate in luoghi particolarmente sensibili come i plessi scolastici, i palazzetti dello sport, la sede della protezione civile di via Magenta. Il nuovo sistema è collegato con le forze dell’ordine, la Questura ed il Snctt (Sistema Centralizzato Nazionale Targhe e Transiti) consente di effettuare il rintraccio di persone o veicoli e, qualora fosse necessario, è addirittura di calcolare quante persone occupano una determinata zona. Un’opzione molto utile in questa fase di emergenza sanitaria che obbliga a contingentare gli accessi a determinate zone ad alta criticità.

Nel prossimo periodo l’impianto sarà ulteriormente potenziato ed ampliato grazie al contributo dei cittadini: “Attualmente – aggiunge l’assessore alla polizia locale Enrica Rocca – siamo al lavoro per inglobare nel nostro sistema comunale anche le telecamere private, come quelle di condominii o negozi. Tale collegamento sarà co-finanziato dal Comune al 50% per impianti al di sotto dei 5.000 euro (Iva esclusa) e al 60% per impianti al di sopra dei 5.000 euro (Iva esclusa). Inoltre, stiamo valutando le modalità per installare (qualora non ve ne siano già) telecamere nelle aree in cui sono già attivi gruppi di Controllo di Vicinato. Successivamente, avvieremo una progettazione più organica per potenziare in maniera più decisa le infrastrutture, che ovviamente dovranno essere adeguate a ‘sopportare’ il carico dei nuovi apparecchi”.

L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza e sarà trasmesso sul canale YouTube del Comune di Loano. Chi è interessato a prendere parte attivamente all’incontro dovrà richiedere il link di collegamento (tramite Google Meet) via mail all’indirizzo tavolodellasicurezza@comuneloano.it. Eventuali domande e quesiti dovranno essere inviati allo stesso indirizzo di posta elettronica insieme alla richiesta di partecipazione. Tutte le domande raccolte (con le relative risposte) saranno trasformate in Faq e pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Loano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.