La Rari Nantes Savona agguanta il pari a Siracusa: la semifinale playoff è quasi assicurata - IVG.it
Fase élite

La Rari Nantes Savona agguanta il pari a Siracusa: la semifinale playoff è quasi assicurata

Sotto 6 a 3, i biancorossi rientrano sul 6 pari. Poi, per tre volte, gli aretusei si portano avanti di un gol; il definitivo pareggio di Rizzo arriva a 5" dalla sirena

Carige Rari Nantes Savona Vs Pro Recco
Eduardo Campopiano

Siracusa. Scontro diretto per un posto tra le grandi. Alle spalle del Brescia, già certo del primato nel girone F della fase di élite, la sfida è tra Ortigia e Savona: una delle due accederà alle semifinali playoff. Un traguardo che vale anche la possibilità di poter raggiungere il terzo posto finale e, quindi, l’accesso alla Champions League.

Nelle prime quattro giornate del raggruppamento, la Rari Nantes Savona ha conquistato 6 punti; l’Ortigia ne ha 4. Considerato che nel prossimo turno i biancorossi ospiteranno il Salerno mentre gli aretusei se la vedranno col Brescia, la squadra condotta da Angelini è favoritissima nella corsa alla seconda piazza del girone. Già oggi potrebbe metterlo al sicuro vincendo, ma anche portare a casa un pareggio sarebbe ampiamente positivo. All’andata la formazione ligure vinse 10 a 6.

La cronaca. La prima palla al centro è di Fondelli. Lo stesso Fondelli conclude allo scadere dei trenta secondi, non centra lo specchio della porta.

Fallo grave al centro di Bruni su Napolitano: rigore. Il mancino di Gallo non perdona: 1 a 0 a 1’32”.

Bruni guadagna un’espulsione ma la sua conclusione a botta sicura centra la traversa. Sull’altro fronte Iocchi Gratta va nel pozzetto; tiro di Gallo da posizione due, Molina lo sporca e la palla esce.

Doppio centroboa per la Rari; Fondelli prende l’espulsione di Napolitano. Rizzo conclude, Tempesti respinge.

Espulso Rizzo per fallo su Rocchi. Tiro di Rossi, respinge Massaro, ma la palla arriva a Rocchi che con un tap-in vincente sigla il 2 a 0 a 5’37”.

Superiorità numerica per gli ospiti, ci pensa Campopiano con una conclusione all’incrocio a sbloccare il tabellino dei suoi: 2 a 1 dopo 6’10”.

Alzo e tiro di Vidovic: palo interno. L’ultimo tentativo è di Mirarchi: conclusione dalla distanza, Massaro sembra parare ma il pallone gli sfugge ed entra in porta, a 4″ dalla fine del tempo. Ortigia avanti 3 a 1.

Nel secondo tempo c’è Da Rold tra i pali del Savona. Ortigia priva di Giacoppo, infortunato. Palla al centro di Bruni. Prova il tiro Iocchi Gratta, gran parata di Tempesti.

Alzo e tiro di Cassia, Da Rold si oppone. Rapido cambio di fronte e a 1’12” Vuskovic ha spazio per la conclusione vincente: 3-2.

Gallo prova a sorprendere Da Rold, che si oppone con la mano destra. Il portiere savonese respinge anche il tiro di Di Luciano.

Espulsione doppia a 2’28”, di Fondelli e Napolitano. Momenti concitati, gli arbitri ristabiliscono la calma. Vidovic prende fallo e con una conclusione insidiosa realizza il 4-2.

Fallo di Rocchi su Bruni: tiro di rigore. Rizzo insacca basso alla sinistra di Tempesti: 4 a 3 a 4’55”.

Fallo grave di Rocchi; il tentativo di Campopiano viene smorzato. In un’azione successiva la Rari fallisce un’altra superiorità numerica.

A 6’20” Molina commette fallo da rigore su Rossi. Trasforma Gallo per il nuovo più 2. La reazione della Rari è in un tiro di Vuskovic, respinto. A metà gara l’Ortigia conduce 5 a 3. Rocchi e Napolitano sono già gravati di due falli.

La palla al centro è dei locali. In porta c’è nuovamente Massaro. Dopo soli 26″ Ferrero trova il gol con un tiro da posizione due. 6 a 3.

Uomo in più per la Rari per fallo su Molina; va a segno Vuskovic: 6-4 a 2’43”. Cartellino giallo per Angelini che protestava per una precedente azione.

Superiorità numerica per fallo di Iocchi Gratta su Napolitano; la conclusione di Gallo è parata da Massaro.

Rizzo riceve in posizione uno, smarcato, spara subito sul primo palo e batte Tempesti: 6 a 5 a 4’06”.

Fallo grave di Campopiano su Rocchi; time-out immediatamente chiamato da Piccardo. Sull’azione offensiva c’è un passaggio sbagliato.

Gran giocata di Molina che riceve da Rizzo, si stacca dall’avversario e gira il posto per concludere a rete: 6 pari dopo 6’00”. Parziale di 3 a 0 per la Rari.

Fallo grave di Fondelli su Vidovic; Mirarchi finta più volte e poi insacca per il 7-6 a 6’29”.

Fondelli prende l’espulsione di Gallo; time-out chiesto da Angelini a 17″ dal termine del terzo tempo. Il tiro di Molina da posizione centrale si impenna e termina alto.

Quarto tempo, la prima palla è dei verdi. Il tiro non inquadra lo specchio della porta.

Mirarchi mette la mano in faccia a Rizzo: espulso. Rapida circolazione di palla e Iocchi Gratta mette in rete il gol del 7 a 7 dopo 57″.

Gran risposta di Massaro sul tiro di Vidovic. Espulso Molina; Di Luciano conclude centralmente sotto la traversa, Massaro respinge. Il tiro seguente di Vidovic, però, è vincente: 8 a 7 a 2’27”.

Azioni d’attacco precipitose da ambo le parti, il tempo scorre e l’Ortigia resta avanti nel punteggio.

Quando mancano 2’10” Bruni guadagna l’espulsione di Rossi. E a 1’55” Molina si inventa un gran gol: gira il volto per guardare i compagni e nel contempo conclude in porta: 8 a 8.

L’Ortigia commette fallo grave su una ripartenza savonese: Vidovic nel pozzetto. Time-out chiesto da Angelini quando restano 85 secondi da giocare. Il tiro di Rizzo è deviato fuori da Napolitano.

Fallo grave di Campopiano. Rossi va a bersaglio a 32″ dalla fine. 9 a 8.

Anche Massaro in attacco per l’ultima azione della Rari. Palla da Campopiano a Rizzo che scaglia la palla in rete: 9 a 9 a 5″ dalla sirena.

Piccardo chiama il minuto di stop. Il tiro di Vidovic è deviato fuori e la Rari può esultare.

È stato tutto merito del lavoro di squadra, abbiamo lavorato molto e c’è stato un grande spirito di gruppo. Complimenti al Savona perché ha giocato una bella partita” sono le parole di “Willy” Molina, autore delle due reti più belle della giornata.

Un pareggio che vale quanto una vittoria: la Rari Nantes Savona si mantiene seconda nel girone F e, con ogni probabilità, disputerà le semifinali playoff. La formazione condotta da Angelini ha 7 punti, l’Ortigia 5, ed il programma dell’ultimo turno è decisamente favorevole ai liguri.

Venerdì 7 maggio alle ore 20 i biancorossi affronteranno in casa la Rari Nantes Salerno e saranno padroni del loro destino: vincendo saranno secondi, al di là del risultato del match tra il Brescia e i siciliani.

Il tabellino:
CC Ortigia – Carige Rari Nantes Savona 9-9
(Parziali: 3-1, 2-2, 2-3, 2-3)
CC Ortigia: Tempesti, Cassia, Giribaldi, Rocchi 1, Di Luciano, Ferrero 1, Giacoppo (cap.), Gallo 2, Mirarchi 2, S. Rossi 1, S. Vidovic 2, Napolitano, Piccionetti. All. Stefano Piccardo.
Carige Rari Nantes Savona: Massaro, An. Patchaliev, Urbinati, Vuskovic 2, Molina Rios 2, Rizzo (cap.) 3, Caldieri, Bruni, Campopiano 1, Fondelli, Iocchi Gratta 1, Bertino, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Alessandro Severo (Roma) e Massimo Calabrò (Macerata). Delegato Fin: Maurizio De Chiara (Napoli).
Note. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numerica: Ortigia 3 su 10 più 2 rigori realizzati, Savona 3 su 9 più 1 rigore realizzato.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.