Savonese zona rossa, Camiciottoli (Lega) contro Toti: "Basta solisti". Il governatore: "Decisione condivisa" - IVG.it
Reazione

Savonese zona rossa, Camiciottoli (Lega) contro Toti: “Basta solisti”. Il governatore: “Decisione condivisa”

Toti: "Scelta imposta da criteri previsti da legislazione nazionale". Ma il primo cittadino leghista non ci sta: "Sindaci non coinvolti"

Pontinvrea.  “L’ulteriore ordinanza restrittiva del governatore Toti per le province di Imperia e Savona per noi è una doccia fredda. Se da un lato riconosciamo il ruolo del governatore, dall’altra parte chiediamo che si metta fine alle scelte non condivise”.

Lo dice in una nota Matteo Camiciottoli, sindaco di Pontinvrea e responsabile Enti locali della Lega in Liguria, a seguito dell’emanazione di una ordinanza che mette le provincie di Imperia e Savona in zona rossa.

“Alla riunione citata da Toti in conferenza stampa – spiega il primo cittadino – non sono stati invitati i sindaci della Lega delle province coinvolte dall’ordinanza. Una decisione presa con appena sei ore di anticipo rispetto all’entrata in vigore delle restrizioni esaspera cittadini e operatori in difficoltà a cui bisogna dare certezze per pianificare la stagione. Ci è stato detto che la Liguria si trova tra le regioni che meglio stanno combattendo il Covid”.

“Non servono solisti ma un lavoro di sintesi per un ritorno alla normalità in sicurezza pianificando riaperture e non ulteriori chiusure” conclude Camiciottoli.

La risposta del governatore ligure all’esponente leghista non è tardata ad arrivare: “Stupisce la presa di posizione del sindaco di Pontivrea Matteo Camiciottoli, in qualità di responsabile Enti Locali della Lega in Liguria – afferma Giovanni Toti in una nota -. La decisione della zona rossa a ponente non solo è imposta dai criteri previsti dalla legislazione nazionale, ma è stata condivisa oggi in una riunione organizzata dalla segreteria di Anci Liguria, presente il vicepresidente della Giunta Alessandro Piana, dello stesso partito di Camiciottoli. Era, ovviamente, informato di tutto anche il presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale Brunello Brunetto, anch’egli eletto nelle liste della lega, che non solo da medico conosce bene la situazione della provincia dalla quale proviene ma ha anche partecipato, ieri, alla mia visita nella Asl savonese, durante la quale abbiamo raccolto le preoccupazioni dei massimi dirigenti sanitari di quel territorio”.

“In una situazione così delicata, con persone che soffrono e muoiono e i sanitari che lottano ormai da un anno – conclude Toti – di tutto c’è bisogno tranne che di prese di posizione scollegate dalla realtà”.

leggi anche
  • Decisione
    Covid, seconde case vietate in Liguria sino all’11 aprile: Toti estende l’ordinanza
  • Affondo
    Zona rossa fra sole 6 ore, rabbia di commercianti e pubblici esercizi: “Ancora presi in giro”
  • Regole
    In provincia di Savona è di nuovo zona rossa: ecco cosa si può fare e cosa è vietato sino all’11 aprile
  • Nuova emergenza
    Covid, torna l’allarme: nel savonese boom di nuovi casi (+175)
  • Decisione
    Emergenza Covid, nel savonese zona rossa dalla mezzanotte fino all’11 aprile
  • Rassicurazione
    Vaccino Covid, dosi a rischio in Liguria dopo metà aprile. Ma Toti assicura: “Non ci fermeremo”
  • Motivi
    Lockdown savonese, Toti: “Zona rossa indispensabile, dobbiamo frenare l’espandersi del virus”
  • Lettera
    Savonese zona rossa, Canciani (Fi): “Preavviso di 6 ore è mancanza di rispetto verso i commercianti”
  • Regole
    Da oggi Liguria spaccata in due: nel savonese zona rossa, a Genova arancione

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.