Regione, sì all'istituzione dell'albo dei locali storici d'intrattenimento - IVG.it
Novità

Regione, sì all’istituzione dell’albo dei locali storici d’intrattenimento

Approvata la proposta del capogruppo di Forza Italia-Liguria Popolare Claudio Muzio

Regione. Sì unanime del consiglio regionale, questa mattina, alla proposta avanzata dal capogruppo di Forza Italia-Liguria Popolare Claudio Muzio e sottoscritta da Angelo Vaccarezza (Cambiamo) per l’istituzione di un albo dei locali storici d’intrattenimento, sulla falsariga di quanto sta avvenendo con le botteghe storiche.

“Questi locali storici – dichiara Muzio – rappresentano un valore aggiunto per l’offerta ricreativa e turistica nella nostra Regione, un’eccellenza che è necessario preservare. La creazione di un apposito Albo potrà costituire una forma di tutela e sostegno al settore. Ricordo infatti che il comparto dell’intrattenimento è stato uno dei più colpiti dalle conseguenze delle misure adottate per il contenimento del Covid e che vi sono impegnati non soltanto gli imprenditori titolari dei locali, ma anche una vera e propria filiera di lavoratori autonomi, professionisti, partite IVA, anch’essi interessati dagli effetti negativi della crisi economica in atto”.

“A ciò si aggiunga il fatto – sottolinea ancora Muzio – che questo settore negli ultimi anni si è dovuto scontrare con una crisi strutturale dovuta a molteplici fattori, tra cui la rilevante pressione fiscale, l’assenza di incentivi, l’abusivismo fuori controllo con tutto ciò che ne consegue anche in termini di sicurezza. Questi elementi rendono difficile per le attività regolari garantire la continuità aziendale e precludono la possibilità di mettere in campo un piano di investimenti, impoverendo così anche l’offerta turistica sul territorio”.

Nella mozione si sottolinea che molti locali d’intrattenimento hanno importanti ricadute anche a livello turistico e sarebbe opportuno riconoscerne anche il valore storico e culturale nella memoria collettiva della popolazione.

“Per tutti questi motivi – spiega il consigliere regionale – ho deciso di proporre l’istituzione dell’albo, anche come strumento di contrasto all’abusivismo attraverso una sorta di certificazione di qualità che si strutturerà nei modi e nelle forme che l’assessorato allo sviluppo economico individuerà”.

“Nella mozione approvata quest’oggi ho chiesto inoltre alla giunta da un lato di farsi parte attiva in Conferenza Stato-Regioni affinché il settore dell’intrattenimento venga sostenuto adeguatamente dal Governo, dall’altro lato di continuare a mettere in campo, per quanto di propria competenza, misure di supporto economico per questo comparto, che si andranno ad aggiungere a quelle già adottate con la delibera regionale che ha dato attuazione al bonus previsto dal decreto Ristori Quater. Desidero infine ringraziare tutti i consiglieri regionali per l’approvazione all’unanimità della mia proposta”, conclude il capogruppo di Forza Italia-Liguria Popolare.

Lilli Lauro (Cambiamo con Toti Presidente) è intervenuta a sostegno del provvedimento rilevando l’importanza del settore, che è messo a rischio dalla pandemia. Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha annunciato voto favorevole alla mozione pur esprimendo qualche perplessità circa alcuni punti dell’impegnativa. Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) ha espresso parere favorevole invitando a proseguire, al di là dell’approvazione dell’ordine del giorno, l’impegno dell’assemblea sul tema. L’assessore allo sviluppo economico Andrea Benveduti ha annunciato, a nome della giunta, voto favorevole.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.