Protesta ambulanti Savona, Vaccarezza: "Il Governo riveda l'elenco delle categorie" - IVG.it
Richiesta

Protesta ambulanti Savona, Vaccarezza: “Il Governo riveda l’elenco delle categorie”

"Dietro ogni 'banco' che trovate al mercato c'è un mondo fatto di famiglie che devono vivere"

Il corteo degli ambulanti a Savona

Savona. “I mercati dovrebbero poter lavorare, sono attività svolte all’aria aperta, con un bassissimo rischio di contagio: ‘non comprendiamo il perché di questa scelta’ è il pensiero unanime, le chiusure dell’ultimo anno, hanno messo in ginocchio diverse attività produttive. Dietro ogni ‘banco’ che trovate al mercato c’è un mondo fatto di famiglie che devono vivere e, in questo modo, non ne hanno la possibilità e si vedono privati anche della dignità come esseri umani”.

E’ questo il commento del consigliere regionale Angelo Vaccarezza alla protesta degli ambulanti di questa mattina a Savona. I manifestanti hanno iniziato a radunarsi all’uscita del casello autostradale di Savona, da dove sono partiti per raggiungere il centro della città. Il corteo è poi arrivato, intorno alle 10.30, in piazza Saffi per un incontro con il prefetto.

“Siamo operatori sui mercati all’aperto, non mercati coperti né annonari – Vaccarezza riporta le richieste degli ambulanti -. Roma deve darci la possibilità di essere operativi, riveda le norme, ne abbiamo estrema necessità. È prevista per la prossima settimana una nuova pacifica manifestazione della categoria che prevede l’occupazione dei posti senza attività di vendita”.

“Non neghiamo la pandemia e comprendiamo la necessità di preservare la salute – conclude Vaccarezza. Il nostro appello è rivolto al Governo affinché riveda l’elenco delle categorie che, seguendo le regole, possono lavorare in zona rossa modificando l’allegato 23 art. 45 comma 1 del Dpcm del 02/03/21”.

leggi anche
  • Rabbia
    Savona zona rossa, ambulanti furiosi: “Finiti i soldi per dare da mangiare ai nostri figli”
    Il corteo degli ambulanti a Savona

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.