Pro Savona Calcio: al via la trasformazione da Asd a Srl, si è dimesso Matteo Marenco - IVG.it
Novità biancoblù

Pro Savona Calcio: al via la trasformazione da Asd a Srl, si è dimesso Matteo Marenco

La società si dice pronta ad un ripescaggio in Promozione nel caso si liberassero dei posti

Savona. La società Asd Pro Savona Calcio comunica di aver intrapreso le procedure necessarie per trasformare la forma giuridica da Asd (associazione sportiva dilettantistica) in Srl (società a responsabilità limitata) per poter meglio rispondere alle nuove progettualità per il futuro della società biancoblù quali lo logo, la denominazione, il nuovo settore giovanile e i campi da allenamento.

Tale passaggio si sta rendendo necessario per dotare la società di maggior solidità a livello professionale e di risorse umane per essere all’altezza degli obiettivi e delle ambizioni del sodalizio del presidente Grenno.

A tal proposito si registrano le dimissioni dal ruolo di direttore generale di Matteo Marenco per motivi professionali e che il presidente Enzo Grenno commenta così: “Siamo dispiaciuti di questa decisione di Matteo ma, nel contempo, non possiamo che comprenderla; sicuramente alla società verrà a mancare un punto di riferimento importante ma è assolutamente plausibile che il lavoro e la famiglia abbiano la precedenza su tutto, soprattutto in un momento storico come quello attuale. Tale decisione fa comunque onore all’uomo Matteo; sappiamo di dover rinunciare ad una risorsa importante per la società ma siamo altrettanto sicuri di non perdere ‘il tifoso’ Matteo, a cui auguriamo ogni bene”.

Pertanto, sempre nell’ambito della progressione societaria, a breve inizierà la ricerca del sostituto del dimissionario direttore generale.

“Non abbiamo fretta – afferma il vicepresidente Simone Marinelli – di trovare il sostituto in quanto la stagione è attualmente ferma anche se noi siamo già da tempo in movimento per l’area tecnica (in quest’ottica si possono leggere i colloqui con i giocatori da riconfermare); tutto con i giusti ritmi in quanto dovremo ancora avere conferma della categoria in cui militeremo. Infatti, alla luce purtroppo della difficile situazione derivante dall’attuale pandemia, si vocifera che almeno un paio di società di categoria superiore potrebbero essere in gravi difficoltà al punto da non ripartire con la prossima stagione. Chiaramente come società Savona, per il bene del calcio ligure, ci auguriamo che siano solo voci ma nel malaugurato caso ciò avvenisse, noi saremmo sicuramente disponibili a prendere in considerazione la possibilità di rimpiazzarle”.

Infine, a breve, entro fine aprile, la società svelerà anche i suoi piani per la ripartenza del nuovo settore giovanile che dovrà costituire la base del futuro Savona, andando ad affiancare la leva 2006 che quest’anno ha rappresentato la pietra angolare della rinascita del settore giovanile biancoblù.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.