La Luceto Classic torna e raddoppia: ci sarà anche la gara X-Treme - IVG.it
Trail running

La Luceto Classic torna e raddoppia: ci sarà anche la gara X-Tremeevento

Oltre alla gara sul classico percorso di 11 chilometri, se ne disputerà un'altra sulla distanza dei 20 chilometri

Luceto Classic

Albisola Superiore. Sabato 1 maggio ritorna la Luceto Classic, dopo l’annullamento dello scorso anno causa Covid-19. In questa edizione, oltre alla gara sul classico giro di 11 chilometri, con un dislivello positivo di circa 400 metri, sarà proposta anche una competizione sul nuovo percorso più impegnativo della Luceto X-Treme, un giro lungo 20 chilometri con un dislivello positivo di circa 1.200 metri.

A dare maggior prestigio alla manifestazione è il progetto Italian Riviera di Upaces, che si propone di portare avanti un piano di comunicazione e promozione dei principali eventi sportivi della comunità nel suo complesso e nei suoi valori territoriali turistici sportivi, e di cui il Comune di Albisola Superiore fa parte.

Moltissime le richieste, ma per conformità al protocollo Covid-19 le iscrizioni sono state chiuse al raggiungimento di 300 partecipanti. Grande è stato l’impegno degli organizzatori che, grazie a molti volontari, si sono prodigati nella pulizia dei sentieri, in un ambiente tra boschi di macchia mediterranea, uliveti e crinali che offrono una vista di mare e monti spettacolare.

Vediamo i tragitti delle due gare.

Il percorso della Luceto Classic. Si parte dall’abitato di Luceto dal piazzale antistante la Società, su strada asfaltata ci si reca a Carpineto, si sale sulla collina omonima per ridiscendere nell’abitato di Luceto, attraversando i carruggi che porteranno all’imbocco del sentiero boschivo che costeggia il rio Boraxe; il sentiero sale prima gradualmente poi la salita si inasprisce fino ad arrivare al punto alto appena dopo Cian du Pei. Da lì il percorso si snoda in falsopiano per circa quattro chilometri tra crinale e sottobosco di castagni, lecci, erica e corbezzoli. Si giunge sulla balconata di Banin, con vista mare e abitati di Luceto e Albisole, discesa a tratti ripida sotto gli ulivi ed arrivo a Luceto.

Luceto X-Treme. Partenza dal piazzale di Luceto, si percorre la strada comunale per 400 metri fino all’abitato di Carpineto: sarà l’unico asfalto che si calpesterà fino all’arrivo. Si attraversa il caratteristico borgo di Carpineto e si inizia un sentiero in single track, che sale in cresta fino a costeggiare una casa gialla; da lì si segue il sentiero fino all’uliveto del Sotgiu. Dalla casa diroccata ci si infila nel bosco di lecci e corbezzoli, seguendo il sentiero dei cacciatori, si aggira il monte Casella e dopo una ripida erta se ne raggiunge la cima.

Dalla cima parte un sentiero di cresta con vista mare e porto di Savona, recuperato da pochissimo, con cui si raggiunge la casa di Scarsellone, poi su strada bianca si scende a Luceto. Si attraversa Luceto e si costeggia il rio Buraxe, prima sulla destra orogenica poi sulla sinistra, e dopo poco si arriva al bivio tra Luceto Classic e Luceto X-Treme. Si attraversa nuovamente il rio Buraxe e ci si inerpica a quattro mani sulla Camilla, bel sentiero utilizzato dai kamikaze della downhill, che però verrà fatto in salita. A quota 300 metri circa si incrocia il bivio del sentiero che scende alla borgata di Magrania, dapprima in falsopiano, sempre sotto la macchia mediterranea, e, dopo un tornante secco in discesa, che diventa ripida in alcuni tratti, si giunge al rio Magrania e quindi alle case. Le si costeggia, attraversando il rio Insè, e si sale alle case Rocchetta, abitate ancora fino agli anni ’70 e alla casa della Torre, anch’essa abitata nel dopoguerra.

Da lì sempre in salita verso cima Caeffu, si incrociano la “casa di caccia”, e sempre in salita ci si dirige al punto più elevato della Luceto X-Treme a quota 483 metri. Un’asta addobbata con bandierine tibetane, una Jolly Roger, indica che le fatiche in salita sono finite. Si scende velocemente su sentiero ben tracciato che segue tutta la dorsale, sulla Cresta del Gallo si incrocia nuovamente il tracciato della Luceto Classic che si segue per qualche chilometro, fino alla località di Banin. Quindi discesa sotto gli ulivi, si lascia nuovamente la Classic e si prosegue dritti verso il Castellaro, sopra ad Albisola. Poco prima della fortezza, con Albisola e le sue spiagge sotto i piedi, si gira repentinamente sul cocuzzolo con un grande traliccio; da lì discesa secca fino all’arrivo, prestando attenzione. Il sentiero finisce a 200 metri dal traguardo, si attraversa la strada, si entra nel parco e c’è la finish line.

Luceto Classic anche quest’ anno sarà gara del corto circuito solidale I Run for Find the Cure. Nel 2021 si corre per il supporto alle scuole sostenute da Find The Cure in Africa. Partecipando alle gare solidali si contribuisce alla realizzazione del progetto.

leggi anche
  • Cultura
    Mercatini, gare sportive, visite guidate, teatro: un’abbondanza di eventi nel fine settimana in provincia
    "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” a Pietra Ligure domenica 25 agosto
  • Trail running
    Successi piemontesi alla Luceto Classic: Mattia Bertoncini e Simona Demaria primi sul percorso X-Treme
    Luceto Classic

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.