76 anni

Festa della Liberazione, Varazze la ricorda anche con i disegni dei bambini e una poesia di Mario Traversi

partigiani, divisione Fumagalli

Varazze. “La città fu liberata il 24 aprile del 1945. A portare la notizia fu il cellese Carlo Russo. Il giorno dopo, dalla finestra del Comune di allora, in piazza Beato Jacopo, Giuseppe Massone e Berto Ghigliotto, insieme ad altri esponenti del Comitato Nazionale di Liberazione, diedero l’annuncio ai varazzini”. L’assessore alla cultura Mariangela Calcagno racconta quel giorno che, quest’anno, Varazze ricorda anche attraverso i più piccoli, gli alunni delle classi quinte della scuola primaria che porta proprio il nome del dottor Giuseppe Massone, con il cortile intitolato al dottor Berto Ghigliotto: i due varazzini, membri del Comitato Nazionale di Liberazione che in quegli anni si prodigarono per aiutare i cittadini.

I bambini, nell’ambito del progetto voluto dall’assessore in collaborazione con gli insegnanti, hanno raccontato e ricordato, attraverso i loro disegni, le figure di Massone e Ghigliotto, la Resistenza, la data della Liberazione d’Italia.

Anche il poeta varazzino Mario Traversi ha dedicato una poesia al 25 Aprile. I suoi versi esprimono quanto sia stato difficile arrivare a questa data. Ricordi di chi ha vissuto in prima persona quei tempi. L’autore torna su quei monti di lotta per la Libertà e gli vengono in mente le persone che lì hanno perso la propria vita.

Ne son passæ di anni

A stradda a monta
e o sciòu o no l’è ciù
quello de’n tempo.
Ma mì son riturnòu
scë sti monti
perché staneutte in seunno
ho risentïo ‘n lamento
e u me pareiva quello de Giovanni che do quarantaquattro
in mëzo a queste prïe
o gh’a lasciòu i sò vint’anni. Quanti ricordi, quanti,
me son passæ davanti.
O freido, e sciùppettæ
e doppo, finalmente,
o sô da Libertæ.
Ma in çimma a questi bricchi quanti ghe son restæ!
…E in te bandée d’Arvî
han ciento tante moae.
Pe questo son tornòu…
Ritreuvo ùn nùmme inciso
in scë ‘na vëgia prïa.
…Giovanni e o sò sorriso
de chì n van ciù via.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.