Deceduta a causa di un'emorragia cerebrale: via libera alla donazione degli organi della 32enne insegnante - IVG.it
Generosità

Deceduta a causa di un’emorragia cerebrale: via libera alla donazione degli organi della 32enne insegnante

La donna è morta questa mattina: lo scorso 22 marzo era stata vaccinata con AstraZeneca

Genova. La famiglia della giovane insegnante genovese deceduta quest’oggi a causa di una grave emorragia cerebrale ha acconsentito alla donazione degli organi della 32enne.

La ragazza era stata ricoverata d’urgenza nella giornata di ieri, dopo che era stata trovata in stato di incoscienza a casa: immediatamente trasportata nel raparti di rianimazione del policlinico San Martino, non si è più risvegliata, arrivando al decesso delle scorse ore.

La donna era stata trattata con il vaccino AstraZeneca nei giorni precedenti, ricevendo la dose del vaccino inglese lo scorso 22 marzo. Come da protocollo la direzione del Policlinico aveva ha attivato le previste segnalazioni nell’ambito delle procedure di farmacovigilanza verso Aifa, mentre da Regione Liguria sono partiti gli accertamenti del caso per eventualmente verificare se sussistano legami tra vaccinazione e decesso.

leggi anche
  • Tragedia
    Deceduta la 32enne insegnante colpita da emorragia cerebrale: il 22 marzo era stata vaccinata con Astrazeneca
  • Astrazeneca
    Insegnante ligure in rianimazione per emorragia cerebrale, era stata vaccinata il 22 marzo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.