Dati vaccinazione a Savona, Caprioglio: "Oltre 50% degli over 80 ha ricevuto la seconda dose. 70% ha ricevuto la prima" - IVG.it
Numeri sui residenti

Dati vaccinazione a Savona, Caprioglio: “Oltre 50% degli over 80 ha ricevuto la seconda dose. 70% ha ricevuto la prima”

Il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio in consiglio comunale ha fatto il punto sulle somministrazioni in città

vaccini covid cairo sunrise

Savona. Proseguono a regime le vaccinazioni contro il Covid-19 nella città della Torretta. E’ pari a oltre il 50% il numero dei residenti over 80 che ha ricevuto la seconda dose di vaccino, mentre raggiunge quota 70% chi ha ricevuto la prima somministrazione.

A dirlo è il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio che, in consiglio comunale, ha colto l’occasione, rispondendo a un’interpellanza avanzata dalla minoranza, per fare il punto sulle vaccinazioni in città. “Riceviamo molti complimenti per il lavoro che si sta svolgendo nei punti vaccinali – fa sapere il primo cittadino savonese -. Bisogna tenere conto però che in queste ultime settimane ci sono state grandi difficoltà anche a causa di alcune indicazioni che sono via via cambiate a livello governativo: prima alcune vaccinazioni erano aperte per determinate categorie di età, poi ci sono stati dei cambiamenti, c’è stato l’inserimento delle vaccinazioni per gli ultra vulnerabili e il blocco di Astrazeneca”.

Tornando ai dati offerti dal sindaco e riferiti ai numeri raccolti dall’Asl2 fino al 27 aprile si conta il “40% di anziani nella fascia di età che va dai 70 ai 79 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino; mentre tra le persone dai 60 e ai 69 anni residenti a Savona quasi il 20% del totale ha ricevuto la prima somministrazione”.

Per quanto riguarda la categoria degli ultra vulnerabili, il sindaco Caprioglio informa che “è stato vaccinato il 25% dei residenti; presso il domicilio invece, dal 7 aprile, sono state somministrate 150 dosi di vaccino”. Secondo le stime, entro il mese di giugno 2021 tutte le persone non deambulanti di Savona che richiedono la vaccinazione a domicilio avranno ricevuto la prima dose; entro la fine di maggio sarà la volta degli ultra vulnerabili.

leggi anche
  • Alisa
    Covid, piani terapeutici: prorogati fino al termine dell’emergenza pandemica
    Ambulanze e militi pubbliche assistenze trattativa Alisa
  • Il piano
    Covid, BioNTech: “Da giugno il vaccino prodotto con Pfizer anche per la fascia 12-15 anni”
    vaccino pfizer
  • Positività
    Covid, cluster al reparto di Medicina 2 del San Paolo di Savona: 19 pazienti positivi, 6 casi di variante brasiliana
    tamponi test Covid

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.