Covid, un "fake" la grafica di Regione della campagna vaccinale - IVG.it
Attenzione

Covid, un “fake” la grafica di Regione della campagna vaccinale

Tutte le comunicazioni ufficiali si trovano sul sito internet e sulle pagine social di Regione Liguria, costantemente aggiornati

Grafica Fake Campagna Vaccinale Regione

Regione Liguria rende noto che è stata diffusa, attraverso i social media, in particolare su alcune pagine Facebook e chat Whatsapp, una grafica “fake” relativa alla campagna vaccinale anti Covid-19.

Il piano non è ancora definito ed è in via di approvazione e “la grafica in questione costituiva una delle tante prove, temporanee e non definitive, che vengono realizzate e che, per questo, doveva rimanere ad uso interno degli uffici”.

Tutte le comunicazioni ufficiali si trovano sul sito internet e sulle pagine social di Regione Liguria, costantemente aggiornati.

Nonostante l’avviso, il capogruppo del M5S in Regione Fabio Tosi attacca: “Chi si è fatto scappare questo cartello grafico ora ne deve rispondere: la situazione è già estremamente pesante tra i cittadini visto che il ‘caso’ Astrazeneca ha creato una psicosi e le disdette sono all’ordine del giorno. Non ci si può permettere che una ‘prova grafica’ diventi di dominio pubblico, a maggior ragione se questa riguarda il piano vaccinale ligure”.

“Dopo i comunicati e i post erroneamente resi pubblici dal ‘collaboratore’ di turno, ora di chi è la colpa? Di nuovo del social media manager? Errori di questo genere sono intollerabili perché provocano solo confusione tra la cittadinanza già duramente provata. Mi auguro che chi ha commesso un errore così grossolano, venga invitato a farsi da parte”.

leggi anche
  • Dubbi
    Vaccini, Pastorino (Linea Condivisa): “Soddisfare l’interesse a vaccinarsi e non della vaccinazione”
    gianni pastorino
  • Numeri
    Covid, Liguria torna arancione. Toti: “Picco raggiunto, ora stiamo scendendo”
    Generica

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.