Situazione

Covid, Toti: “A Savona e Imperia il maggior numero di casi, ma in Liguria buona inversione di tendenza”

"Ma anche in questi due territori i casi sono diminuiti"

Regione. “Tra mezz’ora siamo stati convocati, come presidenti di Regione, dal governo e in particolare dai ministri Speranza e Gelmini e dal generale Figliuolo, alla luce delle risultanze sul vaccino AstraZeneca e capiremo come l’esecutivo vorrà interpretare quanto deciso da Ema. Mi sembra comunque rassicurante la posizione dell’Agenzia Europea del Farmaco”. Lo ha comunicato questa sera, nel consueto punto Covid, il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

“Per quanto riguarda il virus – ha spiegato Toti – non è aumentata oggi l’incidenza ed è calata la pressione nei nostri ospedali a fronte di un numero importante di tamponi effettuato. Sono infatti 6.192 i test molecolari effettuati e 3.546 gli antigenici per 425 nuovi positivi nella regione, un’incidenza sensibilmente in calo. Anche se Imperia e Savona continuano a essere due realtà con il maggior numero di casi. Però anche in questi due territori i casi sono diminuiti. Una buona inversione di tendenza e ci auguriamo che le misure prese in questa Pasqua producano effetti coerenti con i dati che leggiamo oggi e che parlano anche di una diminuzione della pressione ospedaliera e delle terapie intensive. Purtroppo sono 12 i deceduti, ma alcuni di questi risalgono alla settimana precedente a quella di Pasqua”.

“Oggi all’elenco delle vaccinazioni ci risultano fatti 9.841 vaccini di tipo freeze (Pfizer e Moderna) e 2.165 di tipo cold (AstraZeneca) – ha detto Toti – quindi un totale di oltre 11.000 vaccini. Credo che la produzione possa aumentare perché nel nostro sistema sanitario, mediamente il nostro sistema è ancora sotto performance rispetto a quello che vorremo. Vorrei arrivare ai 73.000 vaccini a settimana, l’ho già comunicato ai direttori generali e domattina alle 11 li ho riuniti tutti per rispettare gli obiettivi e mi auguro che questo fine settimana ci sia un’implementazione su tutta la linea”.

“Per quanto riguarda le farmacie abbiamo la possibilità – ha comunicato il presidente di Regione Liguria – di far entrare nel circuito nuove farmacie: sono 75 infatti quelle che ci hanno chiesto di entrare. Per arrivare a 73.000 vaccini a settimana, obiettivo che vogliamo raggiungere entro la metà del mese di aprile e non oltre e mi auguro che questa settimana si arrivi alla somministrazione di 59.000 vaccini”.

“Su AstraZeneca – ha aggiunto Toti – pesano le decisioni che il governo ci comunicherà. Ho già detto ai ministri Speranza e Gelmini che, in assenza di indicazioni specifiche di EMA e alla luce del numero degli episodi il cui nesso casuale, anche per la stessa Agenzia Europea del Farmaco, non è definito, sia opportuno continuare con le vaccinazioni, perché il beneficio della vaccinazione è molto maggiore di qualsiasi altra decisione si possa prendere. Comunque non spetta a Regione Liguria decidere, seguiremo con scrupolo quando ci comunicherà il governo”.

leggi anche
  • Dati aggiornati
    Covid, nuova impennata di casi nel savonese: +117 nuovi positivi. Ma calano i ricoverati
  • Bisognosi
    Covid, Arboscello (PD): “Oltre 100mila vaccini fermi nei magazzini. Over 80 e ultrafragili intanto aspettano”