Borghetto, da lunedì via alla rifinitura del ripascimento - IVG.it
Difesa arenile

Borghetto, da lunedì via alla rifinitura del ripascimento fotogallery

Intervento da 2,25 milioni, previsti anche al riparazione dello scarico delle acque bianche e il rifacimento dei muretti della passeggiata

Borghetto Santo Spirito. Proseguono senza sosta, e sotto la supervisione costante del vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Luca Angelucci, gli interventi a difesa dell’arenile borghettino. Lunedì mattina inizierà la fase di rifinitura del ripascimento con la posa di più di 11.000 mc di sabbia fine, scelta dopo un sopralluogo del sindaco Giancarlo Canepa presso la cava Barbera di Vicoforte (Cn) svoltosi qualche giorno fa insieme al funzionario dell’Ufficio Lavori Pubblici Elena Burastero, dopo che era stata ritenuta non idonea ai luoghi quella precedentemente proposta, proveniente dal dragaggio a mare davanti alla marina di Santo Stefano al Mare.

Il costo complessivo delle opere a mare è di 2.250.000 euro derivanti da un finanziamento della Protezione Civile legato alle mareggiate di fine 2018. Quindi si tratta di interventi a protezione della costa e dell’abitato.

“È stato possibile accedere al finanziamento anche in virtù di un progetto già in essere, iniziato in epoca Malpangotto e mai concluso – spiega il sindaco Giancarlo Canepa – Il progetto prevedeva la realizzazione di 4 isolotti semi sommersi. Ne furono realizzati solo tre. Il quarto isolotto è stato ultimato dove originariamente previsto, proprio nella zona in cui la mareggiata 2018 causò i danni maggiori e sono già stati sistemati anche gli isolotti pre esistenti anch’essi danneggiati dallo stesso evento ed è stata realizzato una berma in prossimità del porto volta a contenere il fenomeno di insabbiamento del fondale”.

Il progetto complessivo prevede anche la sistemazione dello scarico a mare di Rio Burroni che spesso ha causato l’allagamento di via Ponti e Passo Saleo e il rifacimento, in parte differito a fine stagione turistica per non ostacolare l’apertura dei stabilimenti balneari, dei muretti della passeggiata che diventeranno un’ulteriore strumento a difesa dalle mareggiate.

Nella zona dell’ultimo isolotto è stato eseguito un ripascimento strutturale realizzato con diverse pezzature di ghiaia, studiato per durare nel tempo e resistere alla forza degli elementi; verrà rifinito con sabbia fine a partire da lunedì. Oltre agli 11.000 mc è previsto anche un ricollocamento a ponente di sabbia prelevata da alcuni punti del litorale borghettino di levante.

Ma non solo. “L’intervento atteso da anni – annuncia il sindaco – che è in fase di approvazione da parte della Regione e che dovrebbe servire a salvaguardare dalle mareggiate i palazzi del lungomare con i relativi inquilini, piazza Libertà e conseguentemente il centro storico, sarà la posa, tra le varie secche, di circa mille scogli di grandi dimensioni, uno ogni 17 mq, con una tecnica chiamata ‘massi sparsi’ che avrà la funzione di smorzare la forza delle onde senza avere il risvolto negativo, tipico delle dighe soffolte, dello scarso ricambio d’acqua. Questa potrebbe essere la soluzione per difendere tutta la nostra costa in modo non invasivo e senza mettere a rischio la salubrità del nostro mare”.

Infine, è prevista anche la riparazione dello scarico a mare delle acque bianche in cui vengono convogliate grossa parte delle acque piovane della zona Capo Santo Spirito e centro storico, che era stato danneggiato dalle mareggiate, oltre all’acquisto di un’ulteriore idrovora a motore da aggiungere a quelle già dotazione della locale Protezione Civile in modo da essere, in caso di necessità, attrezzati nel miglior modo possibile.

“Un intervento a 360 gradi volto a difendere, in modo strutturale e nel massimo rispetto per la vocazione turistica di Borghetto, la nostra costa dagli eventi meteorologici estremi che purtroppo sono sempre più frequenti e devastanti” conclude il primo cittadino. I lavori termineranno il 10 maggio prossimo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.