Autorità Portuale, Signorini: "Recovery plan occasione storica per una portualità nuova e sostenibile" - IVG.it
Progetti

Autorità Portuale, Signorini: “Recovery plan occasione storica per una portualità nuova e sostenibile”

Due documenti rientrano nelle richieste progettuali dei Ministeri della transizione ecologica e delle infrastrutture e della mobilità sostenibile

Savona. “Il Recovery plan è un’occasione storica per una portualità nuova e sostenibile. Avevamo già pronti due progetti (documenti di pianificazione strategica, che è la prima fase del nuovo piano regolatore degli scali di Genova e Savona, e il documento di pianificazione energetica di tutto il sistema portuale) che sono confluiti, e inizialmente non lo avremmo immaginato, nelle richieste progettuali che i due ministeri della transizione ecologica e delle infrastrutture e della mobilità sostenibile ci hanno fatto per i progetti da finanziare con il recovery plan“.

A comunicarlo è Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure occidentale, durante una conferenza stampa, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Provincia di Savona, del sindaco di Savona e dei dirigenti di Autorità Portuale, indetta a margine della riunione sul “Programma degli interventi infrastrutturali nei bacini portuali di Savona e Vado Ligure”.

Nell’occasione, Signorini ha presentato proprio lo stato di fatto dei vari progetti che riguardano il porto di Savona e Vado: “C’è stata una coincidenza fortunata il lavoro dell’ultimo anno e mezzo ci ha consentito di candidare al finanziamento del recovery diversi importanti investimenti, i più importanti sono di efficientamento energetico degli edifici, dell’illuminazione, dei mezzi di trasporto e degli impianti portuali, elettrificazione delle banchine e l’utilizzo del fotovoltaico dove possibile”.

“Abbiamo interventi infrastrutturali molto significativi – conclude Signorini – per rimediare ai danni delle passeggiate del 2018 e 2019, interventi previsti dall’accordo di programma di Vado di natura compensatoria dopo l’avvio della piattaforma APM – Maersk, gli interventi previsti dal protocollo di Savona sul fronte dell’accessibilità alle aree portuali”.

leggi anche
diga porto vado ligure
Investimenti
Autorità portuale, via libera per elettrificazione banchine e nuovo terminal ferroviario a Savona-Vado
Generica
Commento
Recovery, per Toti “l’unica via è la semplificazione con il Modello Genova”
raddoppio ferroviario
Infrastrutture
Recovery, l’assessore Giampedrone: “Raddoppio ferroviario e varianti Aurelia certezze per il futuro del savonese”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.