Nuovo verdetto

Astrazeneca, attesa per il nuovo parere dell’Ema. Sileri: “Possibili limiti a certe categorie”

Il sottosegretario alla Salute: "Gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi"

Liguria. Il nuovo parere dell’Ema sul vaccino di Astrazeneca è atteso per giovedì, quando l’Agenzia europea dei medicinali dovrà pronunciarsi sull’eventuale correlazione tra il vaccino ed i rarissimi eventi trombotici segnalati in vari Paesi.

Nel tardo pomeriggio di oggi intanto si svolgerà una riunione preliminare tra i tecnici dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e il ministero della Salute in merito ad eventuali ulteriori indicazioni sull’utilizzo.

Di Astrazeneca ha parlato intanto questa mattina il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri intervenendo a Radio24: “E’ possibile – ha detto Sileri – per maggiore precauzione, che l’Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca” precisando tuttavia che “questo è successo anche per tanti altri famaci” e che nel caso di AstraZeneca il vaccino è stato utilizzato “in un numero estremamente alto di soggetti, mentre gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi”.

“Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo”, ha aggiunto.

L’Ema, ha spiegato Sileri, “può individuare dei sottogruppi di popolazione che presentano un comun denominatore per un maggiore livello di rischio, e valutare il rapporto causa-effetto in tali gruppi” in relazione agli eventi trombotici rari che sono stati segnalati. Quanto alla possibilità che l’Ema arrivi quindi a limitare l’uso del vaccino escludendo alcune categorie, ciò, ha sottolineato Sileri, “rientra nei processi di farmacovigilanza ed è già successo per tanti altri farmaci, a partire dall’aspirina, per la quale a partire dagli anni ’80 è stato posto un limite d’uso per la fascia dei bambini sotto i 12 anni per alcuni eventi avversi”.

leggi anche
  • La storia
    Insegnante soffre di trombosi, ma si vaccina con AstraZeneca: “Ho deciso di fidarmi della scienza”
  • Preoccupazione
    Covid, Toti: “Soluzioni concrete per le riaperture, No alla violenza”
  • Richiesta
    Astrazeneca, Ciangherotti: “Troppi rischi. Sospendere questo vaccino sarebbe la scelta giusta”
  • Dubbio
    Vaccini, Pastorino (Linea Condivisa): “Improvvise riduzioni di Pfizer e AstraZeneca, dove sono indirizzate le dosi?”
  • Decisione
    Astrazeneca, il rapporto di Ema: “Casi fatali rari, benefici sono maggiori dei rischi”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.