Ampliamento gratuito dei dehors in vista delle riaperture, Savona un esempio per tutti - IVG.it
LunedÌ si riparte

Ampliamento gratuito dei dehors in vista delle riaperture, Savona un esempio per tutti

Procedura semplice e a prova di burocrazia secondo il piano dell’assessora Zunato

Liguria zona arancione, l’ultimo aperitivo ai tavolini: ma i bar savonesi non si arrendono

Savona.  “Savona caput mundi”: non capita spesso che la città capoluogo sia presa ad esempio, politicamente e tecnicamente, da altri centri della provincia e non solo, e il fatto va dunque messo in risalto e degnamente celebrato.

Parliamo della possibilità di ampliare i dehors all’aperto (ma la procedura è identica anche per quelli al chiuso), che diventa di stretta attualità in vista della ripartenza di lunedì prossimo, 26 aprile, quando sarà possibile cenare all’aperto a pranzo e cena, pur con tutte le proteste per il mancato slittamento dell’ora del coprifuoco (che resta alle 22) e per l’ovvia considerazione che le località della costa sono favorite rispetto a quelle drll’entroterra.

Il piccolo capolavoro (poi si può sempre fare meglio, ma questo è un altro discorso) si deve all’assessora Maria Zunato, che ha predisposto, e ora prorogato fino al 31 dicembre, un regolamento che consente di ampliare lo spazio a disposizione di bar e ristoranti fino al 30%, senza spendere un euro e, per una volta, persino a prova di burocrazia.

La richiesta va presentata per via telematica all’ufficio comunale competente (Suap), con la sola planimetria che comprenda il proprio locale, lo spazio pubblico occupato e quello nel quale si intende ampliarsi. Zunato ha pensato anche ad escludere il vincolo paesaggistico, che dalle nostre parti avrebbe significato rinunciare a una bella porzione di strade e piazze.

Spiega Igor Aloi, comandante della polizia di Savona: “Avremo presto un incontro in prefettura con tutte le forze dell’ordine per essere pronti ad applicare le disposizioni comunali. Per ora non abbiamo segnalazioni di possibili interferenze tra i vari gestori neppure nelle zone, come la Darsena, in cui ci sono molte attività una accanto all’altra. Non è un ‘liberi tutti’ ma una buona possibilità in vista della ripartenza. Credo che debba prevalere il buon senso e noi faremo la nostra parte perché sia così”.

leggi anche
  • Politica
    Riaperture, ad Andora i dehors di bar e ristoranti “sconfinano” anche in aree non attigue
    Dehors Andora
  • Precisazione
    Ampliamento dehors Laigueglia, associazione commercianti: “Merito del nostro comitato”
    Laigueglia dehors sera
  • Novità
    Tavoli e dehors su spiagge e passeggiate: la proposta della Regione per rilanciare le attività
    Nuova mareggiata ad Alassio
  • "soluzione efficace"
    Burocrazia zero e suolo pubblico gratuito: così ripartano bar e ristoranti di Albisola Superiore
    bar tavoli dehors
  • Protesta
    Riaperture, dal 1° giugno sì alle consumazioni al chiuso ma non al banco: bar contro il paradosso
    caffè bar
  • Spiegato meglio
    Ristorazione, per chiamarsi “dehors” basteranno due lati aperti: il chiarimento della Regione
    dehor savona via monti
  • "le nostre soluzioni"
    Lista Civica Caprioglio: “Da Savona parte la ricetta per la rinascita del Paese”
    Piazza Sisto Savona Mattino Giorno Generica Comune Municipio

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.