Imprevisto

Albenga, brutto infortunio per Marco Secco Sanguineti della Taberna del Foro

L'incidente durante una gara di motocross a Genova a pochi giorni di distanza dalla protesta (in bicicletta) da Albenga a Roma

Albenga. Era partito in sella alla sua bicicletta il 29 marzo da Albenga per raggiungere Roma il 1 di aprile, dopo una prima tappa in regione a Genova, per portare la sua protesta. E con una missione: due lettere da consegnare a Montecitorio nelle mani del capogruppo di FdI alla Camera Francesco Lollobrigida.

Un' impresa, quella di Marco Secco Sanguineti,  “pensata” e poi realizzata per protestare contro le sanzioni e la chiusura per violazioni alle normative anti covid della Taberna del Foro di piazzetta delle Erbe. Stanco, ma soddisfatto per aver portato a termine la sua missione, aveva ripreso la sua solita vita. Ha girato e pedalato per tutta l'Italia senza particolari problemi , se non un po' di stanchezza alle ginocchia, ed ecco che durante una normale gara di motocross, la prima regionale MX ligure , mentre era piazzato al quarto posto, è arrivata la disavventura.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da marcoSECCOsanguineti (@marcoseccosanguineti)

Un salto preso male lo ha sbalzato dalla moto procurandogli la frattura scomposta ad entrambe le caviglie che nei prossimi giorni dovranno essere operate. A dare la notizia lo stesso Marco Secco su instagram: "Purtroppo le cose non sempre vanno come vorremmo, ieri alla prima di regionale MX ligure, un salto mi ha tradito mentre mi trovavo in quarta posizione e l'atterraggio non è andato bene. Adesso ci vorrà tanto riposo, ma sicuramente la forza di volontà, la famiglia e gli amici mi aiuteranno a ripartire".

“E' a Pietra Ligure all'ospedale Santa Corona - spiega il socio della Taberna del Foro - Bruno Robello de Filippis – dove dovrà essere operato alle caviglie. Tornerà più forte di prima. Prossima tappa Bruxelles”.

leggi anche
  • Impresa
    Albenga-Roma, l’impresa di Marco Secco: la protesta de La Taberna del Foro arriva nella Capitale
  • In sella
    Albenga-Roma in bici, è partito il viaggio di protesta di Marco Secco della “Taberna del Foro”
  • Protesta e sfogo
    Sanzioni ai locali, la Taberna del Foro rilancia: “Basta accanimento e applicazioni discutibili dei decreti”
  • Addio amaro
    Dopo la sanzione La Taberna del Foro lascia Albenga: “Vendiamo il locale e apriamo ad Alassio da Melgrati”