Alassio: variazioni alla tassa di soggiorno, dehors e modifiche al bilancio previsionale - IVG.it
Consiglio comunale

Alassio: variazioni alla tassa di soggiorno, dehors e modifiche al bilancio previsionale

Surroga di Giacomo Battaglia con l'ingresso nel parlamentino alassino di Viviana Cardi

Alassio, Marco Melgrati torna sindaco

Alassio. Diversi punti all’ordine del giorno del Consiglio comunale di Alassio.

Tra questi la surroga del consigliere Giacomo Battaglia, con l’ingresso nel parlamentino alassino di Viviana Cardi.

In seguito via libera alle modifiche al regolamento comunale per l’istituzione e la disciplina dell’imposta di soggiorno. In particolare sono state implementate le esenzioni come per coloro che soggiornano nelle strutture ricettive a causa di esigenze lavorative. Viene prevista la possibilità di ridurre l’imposta fino al suo azzeramento per i periodi da gennaio a giugno, nonché la possibilità di usufruire dell’istituto del ravvedimento operoso nel caso di mancato versamento dell’imposta. Infine applicata la riduzione del 30% per gruppi sportivi e/o scolastici di età compresa tra i 12 ed i 18 anni.

Sempre in tema di turismo è stato discusso il regolamento di riqualificazione dei dehors: “In particolare stiamo discutendo della possibilità di ottenere un ampliamento delle aree destinate a dehors anche su superfici demaniali. Per quanto attiene le aree demaniali e marittime abbiamo ritenuto, in totale accordo con le categorie, di rinviare alla delibera della giunta regionale della Liguria che non prevede la disciplina del nulla osta. In ogni caso le occupazioni non possono essere poste a fronte di accessi ad attività produttive e una fascia di rispetto minima di 50 cm ai lati dei predetti accessi” afferma l’assessore Fabio Macheda.

Altre due delibere in tema di bilancio e rendiconto finanziario dell’ente comunale, come la variazione al bilancio previsionale 2021/2023: “La presente ratifica riguarda gli stanziamenti sull’andamento della gestione e quindi conseguentemente a far fronte alle sopravvenute esigenze connesse all’attività amministrativa. Si prende, quindi, atto che la variazione di bilancio riguarda, tra le entrate rileviamo: maggiori entrate correnti per euro 5.000,00 relative a maggior gettito di imposte arretrate; maggiori trasferimenti correnti per euro 12.578,00 relativi a contributi dalla Regione e da contributi da istituzioni sociali private; maggiori entrate in conto capitale per € 2.300.000,00 relativi a contributi da Amministrazioni Centrali per investimenti per messa in sicurezza edifici e territorio e per progettazioni interventi di messa in sicurezza sismica ed efficientamento energetico impegnati come specificato più avanti, per i quali mi soffermo per porre un sentito ringraziamento all’ufficio tecnico e ufficio ragioneria e suoi Dirigenti ing. E. Paliotto e dott.sa G. Gandino per la loro sempre massima attenzione che pongono nei confronti di queste pratiche sempre molto delicate” afferma l’assessore al bilancio Patrizia Mordente.

“Tra le spese rileviamo: “Maggiori spese correnti per € 41.578,00 relative ad acquisto di beni e servizi; maggiori spese in conto capitale per € 2.300.000,00 relative: per € 1.995.000 ad investimenti di messa in sicurezza del territorio comunale e per la precisione: per € 874.000 tratto di passeggiata Ciccione lato ponente “Corner Beach”; € 931.000 pass.ta Ciccione tratto da Bagni Walter – Bagni Miramare; € 190.000 Via Nam; ed € 125.000 per progettazione interventi di messa in sicurezza ed efficientemento energetico per la progettazione sia per l’adeguamento sismico scuole elementari ed asilo di Moglio, e l’adeguamento sismico dell’asilo di Solva; ed infine € 180.000 per abbattimento barriere architettoniche, finanziati con i contributi sopra citati; minori spese correnti per € 3.700,00 relativi al fondo di riserva. E così per un totale in variazione per l’anno 2021 di euro 2.341.578,00 – aumento dell’attivo per euro 2.317.578,00 e diminuzione del passivo per euro 3.700,00 – aumento del passivo per euro 2.341.578,00″ .

“Si evidenzia che con le variazioni rimangono inalterati gli equilibri di bilancio dettati dall’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali” aggiunge Mordente.

Approvato poi il rendiconto 2020, che chiude con un totale a pareggio di € 56.366.486,88. Il risultato di amministrazione è così composto:
Fondo cassa al 1° gennaio 14.647.995,08
Riscossioni: 39.774.778,79
Pagamenti : 38.586.979,03
Saldo cassa al 31 dicembre: 15.835.794,84
Residui attivi: 24.773.370.61
Residui passivi: 10.637.052,29
Fondo pluriennale vincolato per spese correnti: 657.891
Fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale: 15.455.747,49
Risultato di amministrazione al 31 dicembre: 13.858.474,49

“Come ben noto l’esercizio in esame è sia stato caratterizzato dalla pandemia Covid, ancora in corso, e l’amministrazione è riuscita a gestire la “cosa pubblica” con la diligenza del buon padre di famiglia, adottando tutte le accortezze del caso. Sono state intraprese politiche di sostegno in favore dei deboli da parte delle politiche sociali (aiuti alle famiglie con buoni pasto, ristoro canoni locazione etc.), politiche a favore della scuola come contributi per le spese o ancora più rilevante lo spostamento e adattamento della scuola materna; infine le politiche a favore delle attività economiche, come la riduzione della Tari del 40% o l’esenzione delle Cosap”.

“Si pensi che il bilancio del Comune ha sofferto tra minori entrate e maggiori spese circa € 3.000.000,00 solo parzialmente coperti da contributi statali” conclude l’assessore alassino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.