Alassio, Jan Casella: "Sulla nuova gestione dei rifiuti serve un cambio di passo" - IVG.it
Commento

Alassio, Jan Casella: “Sulla nuova gestione dei rifiuti serve un cambio di passo”

L'esponente di minoranza: "Ancora troppe incertezze sul piano rifiuti"

jan casella

Alassio. “Con le dimissioni da assessore e da consigliere del Generale Battaglia, l’amministrazione perde sicuramente un galantuomo che ha accettato l’incarico di assessore all’Ambiente in un momento molto difficile viste le turbolenze giudiziarie riguardanti vicende legate al servizio di raccolta rifiuti. Non gli ho risparmiato critiche in passato, e alcune problematiche permangono ancora oggi”.

E’ il commento del consigliere comunale di “Alassio Volta Pagina” Jan Casella, che dopo le dimissioni di Battaglia e l’arrivo del nuovo assessore chiede un cambio di passo nella nuova governance sui rifiuti.

“Serve assolutamente un cambio di passo. Dopo tantissime e furenti critiche da parte dell’attuale sindaco nei confronti della precedente gestione (attacchi portati avanti prima, durante e dopo la campagna elettorale), dopo tante promesse, tante nuove buche, e tanta coda in attesa di ricevere le chiavi per i nuovi bidoni, la nostra città ha ancora una percentuale di raccolta differenziata decisamente bassa (intorno al 50%) e il nuovo sistema di raccolta, malgrado innumerevoli annunci, non è ancora entrato in vigore”.

“Molte sono le lamentele e le domande che mi giungono dai cittadini e che giro a chi ci amministra” aggiunge ancora Jan Casella.
“Perché non si è proceduto ad un sistema di consegna di chiavi e nuovi mastelli meno scomodo per i cittadini, costretti a fare spesso lunghe code? Se la consegna diretta sarebbe stata l’ideale per gli alassini, si sarebbe quantomeno potuto replicare quanto avviene e avverrà per le frazioni di Moglio e Solva, dove grazie alla disponibilità delle locali Società di Mutuo Soccorso, si potrà permettere una consegna più agevole?”.

“Quali garanzie abbiamo che le numerose buche che sono state realizzate sul territorio alassino, non comporteranno problemi simili a quelle isole di raccolta interrate che la nostra città ha già avuto nel recente passato? Siamo certi che il posizionamento di tutte queste isole non comporteranno disagi o pericoli stradali durante il loro svuotamento da parte dei mezzi preposti?”.
“Quando entrerà finalmente in vigore il nuovo sistema di raccolta (una data certa) ed entro quando si prevede di raggiungere la quota del 65% di differenziata?”.

“Noi tutti ci auguriamo che il nuovo sistema di raccolta sia efficiente e agevole per la cittadinanza e per le attività economiche, dignitoso per i lavoratori della nettezza urbana, moderno e all’avanguardia per tutta Alassio” conclude Casella.

leggi anche
  • Nomina
    Alassio, ritorno in Giunta comunale per Rocco Invernizzi
    giunta alassio

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.