Alassio, gli Amici del Borgo Coscia donano un computer ai ragazzi per la didattica a distanza - IVG.it
In memoria

Alassio, gli Amici del Borgo Coscia donano un computer ai ragazzi per la didattica a distanza

Un modo diverso di ricordare Emanuel "Nello" Aicardi

Generico aprile 2021

Alassio. A dieci anni dalla scomparsa di Emanuele “Nello” Aicardi, storico dirigente del Comune di Alassio e presidente dell’Aassociazione “Amici del Borgo Coscia”, le nipoti Antonella e Piera Olivieri e gli amici dell’associazione, capitanati dal presidente Domenico Bogliolo, hanno deciso di ricordarlo con una iniziativa solidale.

“Lo scorso anno e questo, a causa della pandemia, non si è potuto portare avanti il Concorso, dedicato ai giovani, iniziato nel lontano 1990 – spiegano – La prima edizione prevedeva l’erogazione di borse di studio ai migliori studenti segnalati dalla Scuola Media Statale Ollandini e dalla San Giovanni Bosco. L’anno successivo di concerto con il Gruppo Cronisti Liguri con il mitico Alfredo Provenzali, nasce il concorso per ‘il miglior articolo di cronaca’ e i ragazzi nel ruolo di piccoli cronisti sono chiamati a cimentarsi in ‘pezzi’ basati su un episodio veramente avvenuto”. Il premio, oltre ad un contributo in denaro, prevedeva la pubblicazione degli elaborati vincenti, sulla rivista dei cronisti Liguri “Cronaca di un anno di cronaca”.

La partecipazione con il passare degli anni aumenta e il concorso viene mantenuto, nonostante la scomparsa dei principali personaggi: “Dopo Nello e Alfredo ci hanno lasciati dapprima colui che sottobanco teneva le fila del discorso, Sergio Veccia – ricordano – e in ultimo Natalino Famà. Visto, però, che il concorso era nato come un momento di festa anche oggi, pur nella malinconia, si è deciso di portarlo avanti anche se in modo diverso dovuto alla situazione che stiamo vivendo. Gli amici sono presenti sia nei momenti di gioia sia in quelli del bisogno, anzi soprattutto in questi momenti”.

Da una idea di Antonella si è deciso di consegnare un personal computer a dei ragazzi, segnalati dai servizi sociali del Comune di Alassio, in modo da permettergli di seguire la didattica a distanza al pari degli altri. “Di certo non si poteva ricordare ‘Nello’, che sui valori dell’amicizia, della famiglia e dell’aiuto verso gli altri aveva basato il suo stile di vita, in modo migliore. Al momento della commozione, quindi, è subentrato quello della felicità che abbiamo visto sui volti dei ragazzi in un momento così difficile per tutti”.

La consegna è avvenuta in sala consiliare alla presenza delle nipoti, del presidente e del vice Lino Beltramo di Borgo Coscia, nonché del vicesindaco Angelo Galtieri “che ringraziamo per la sua disponibilità e attiva partecipazione”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.